Casa nuova?

cambio casa switcho

Alle tue utenze ci pensa Switcho!

Subentro luce e gas: tutto ciò che ti serve sapere

subentro online

Il subentro di luce e gas è una procedura che serve a riattivare le utenze dopo che sono state staccate. Si usa spesso nel caso di traslochi: se il precedente inquilino ha disdetto il contratto di luce e gas, dovrai richiedere un subentro per intestarti le bollette. 

In questo articolo capiremo insieme come fare un subentro in pochi passaggi, analizzando i tempi e i costi di questa pratica. 

💡 Prima di iniziare, una buona notizia: con noi di Switcho puoi fare un subentro online in modo semplice e veloce, perché ci occupiamo noi di trovare le migliori offerte luce e gas sul mercato e di gestire tutta la burocrazia. Ah, ed è gratis 😎

Il subentro delle utenze, in breve:

SUBENTRO LUCESUBENTRO GAS
➡️ Cos’è: procedura per riattivare l’utenza dell’energia elettrica
⏱️ Tempi: 7 giorni lavorativi
💸 Costi: circa 60€
➡️ Cos’è: procedura per riattivare l’utenza del gas metano
⏱️ Tempi: 12 giorni lavorativi
💸 Costi: circa 60€

Indice

Cos’è il subentro e quando va fatto?

Partiamo con una definizione chiara di subentro (chiamato anche “riattivazione”): 

Il subentro di luce e gas è la riattivazione delle utenze dopo che il contatore è stato disattivato, e può essere richiesto al fornitore di luce e gas che preferisci.

Generalmente questa operazione viene richiesta da chi entra in una casa nuova, come proprietario o affittuario, oppure in caso di eredità di un immobile dove il vecchio contratto non è più attivo. 

PUOI RICHIEDERE UN SUBENTRO QUANDO:GRAZIE AL SUBENTRO PUOI:
➡️ L’abitazione è dotata di contatore
➡️ Il contatore è stato attivo in passato
➡️ L’utenza è stata chiusa dal precedente inquilino
✅ Attivare la luce e il gas in pochi giorni con un fornitore di tua scelta
✅ Avere le bollette della tua nuova casa intestate a te

Spesso si fa confusione tra subentro e voltura, ma occorre fare attenzione perché si tratta di due procedure diverse per finalità, tempi e costi: il primo va richiesto solo se la luce e il gas sono stati disattivati, mentre la seconda è da richiedere in caso di un contratto tuttora attivo.

Per aumentare la confusione, poi, talvolta si sente parlare anche di allaccio luce, allaccio gas, prima attivazione luce e prima attivazione gas. In questa immagine trovi spiegate le diverse operazioni da fare quando si cambia casa, così da eliminare ogni confusione 🤓

allaccio attivazione subentro e voltura

Come richiedere un subentro luce e gas

La prima cosa da sapere è che puoi fare domanda di subentro a qualsiasi fornitore luce e gas, indipendentemente dal precedente contratto ormai chiuso. Sarà il fornitore a fare da tramite tra te e il distributore locale di luce e gas.

Ti consigliamo quindi di dare un’occhiata alle offerte proposte dai vari venditori di energia (come ad esempio Enel, Eni, Iren, Edison, A2A, ecc), così da trovare le tariffe più vantaggiose.

Se questa operazione di ricerca ti intimorisce, niente panico: puoi affidarti a noi di Switcho 🥳 Ti proporremo le tariffe luce e gas più vantaggiose, a te basterà solo scegliere la tua preferita in pochi clic. Al resto, burocrazia inclusa, pensiamo tutto noi, gratuitamente 😎

Se invece decidi di fare tutto in autonomia, occorre contattare il fornitore da te scelto per fare richiesta di subentro. Le modalità di contatto dipendono dalla società e generalmente sono:

  • numero verde;
  • sportello o negozio;
  • chat sul sito.

Per aiutarti, ti lasciamo qui di seguito i numeri verdi dei principali fornitori 👇

FORNITURE LUCE E/O GASNUMERO VERDE SUBENTRO
Enel800 900 860
Eni Plenitude800 900 700 da fisso
02 444141 da cellulare
Iren800 969696
Hera800 999 500 per i privati
800 999 700 per il business
A2AMercato libero
800 199 955 da fisso
02 82 841510 da cellulare

Mercato tutelato
800 894 598 da fisso
02 828 41 535 da cellulare
Acea800 38 38 38 da fisso
06 45 698 205 da cellulare
Estra800 128 128 da fisso
02 82 70 da cellulare
800 104 104 per le aziende
Servizio Elettrico Nazionale800 900 800 da fisso
199 50 50 55 da cellulare
Sorgenia800 294 333 da fisso
02 44388001 da cellulare
Engie800 422 422

Documenti e informazioni necessari per il subentro

Di seguito trovi l’elenco delle informazioni che dovrai comunicare al fornitore affinché la richiesta vada a buon fine 👇

INFORMAZIONI RELATIVE ALL’INTESTATARIO E ALL’IMMOBILE◾ Nome, Cognome e Codice Fiscale
◾ Contatti (email e numero di telefono)
◾ Documento d’identità (carta d’identità, passaporto, patente)
◾ IBAN se scegli l’addebito diretto in conto corrente (SDD, ex RID)
◾ Indirizzo della fornitura
◾ Il titolo sull’immobile dell’intestatario della fornitura (proprietà, affitto, comodato d’uso)
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE PER SUBENTRO LUCE◾ POD o il Numero cliente (ENELTEL, che puoi trovare sul contatore)
◾ Potenza del contatore (solitamente di 3kW)
◾ L’autocertificazione di residenza anagrafica per approfittare della tariffa agevolata per i residenti
INFORMAZIONI AGGIUNTIVE PER SUBENTRO GAS◾ PDR o numero di matricola del contatore
◾ Tipologia d’uso della fornitura (cottura, acqua calda, riscaldamento)

Sottolineiamo che non tutte queste informazioni ti saranno richieste per avviare lai domanda disubentro: per farlo bastano generalmente i tuoi dati personali e di contatto, oltre al codice POD e PDR. Il resto ti sarà richiesto successivamente.

Costi del subentro delle utenze

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti (ARERA) definisce i parametri relativi ai costi del subentro di energia elettrica e gas.

COSTO SUBENTRO LUCECOSTO SUBENTRO GAS
Circa 60€Circa 60€

Vediamo nel dettaglio le voci di costo sia per il mercato libero che per il mercato a maggior tutela.

➡️ Non conosci le caratteristiche di questi due mercati? Allora ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo sulle differenze tra mercato libero e mercato tutelato.

COSTO SUBENTRO ENERGIA ELETTRICA

MERCATO LIBEROMERCATO TUTELATO
◾ 25,81€  + IVA: onere distributore
◾ Onere venditore (cifra variabile)
◾ 16€: imposta di bollo (se richiesta)
◾ 25,81€ + IVA: onere distributore
◾ 23€ + IVA: onere venditore
◾ 16€: imposta di bollo

Ti ricordiamo poi che, se scegli un metodo di pagamento diverso dall’addebito diretto in conto corrente o su carta di credito, potrebbe esserti richiesto anche un deposito cauzionale

Il prezzo massimo addebitabile come cauzione è di 11,50€ per ogni kW di potenza impegnata: se il tuo contatore ha una potenza di 3kW, ad esempio, il deposito sarà di 34,50€. L’importo potrebbe poi variare in base a particolari condizioni: diminuisce se si ha diritto a un Bonus Sociale, aumenta se il cliente ha un pregresso di morosità.

COSTO SUBENTRO GAS

MERCATO LIBEROMERCATO TUTELATO
◾ 30€ + IVA: onere distributore
◾ Onere venditore (cifra variabile)
◾ 30€ + IVA: onere distributore
◾ 23€ + IVA: onere venditore
◾ 16€: imposta di bollo

❗ L’importo di 30€ per il distributore vale per contatori fino alla classe G6 (quelli normalmente installati presso le abitazioni), mentre potrebbe aumentare per altri tipi di contatori.

❗ Se l’impianto di utenza è stato modificato o trasformato, andrà considerato anche il costo della verifica documentale relativa al rispetto dei requisiti di sicurezza dell’impianto, pari a 47€ al netto delle imposte.
Infine, anche per il gas potrebbe essere richiesto un deposito cauzionale calcolato sulla base del consumo annuo. Solitamente non si applica se viene attivato il pagamento con domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito.

Quanto ci vuole per il subentro dell’energia elettrica e del gas?

TEMPI SUBENTRO LUCETEMPI SUBENTRO GAS
7 giorni lavorativi12 giorni lavorativi

Come ormai avrai intuito, il processo di subentro coinvolge due attori:

  • Il fornitore o venditore, ovvero la società che si occupa della vendita dell’energia al cliente finale.
  • Il distributore locale di luce o gas, che si occupa concretamente della riattivazione del contatore.

I tempi dipendono quindi dal numero di giorni impiegato da ciascuno di essi per lo svolgimento delle loro attività. In particolare 👇

TEMPI SUBENTRO ENERGIA ELETTRICA: 7 GIORNI LAVORATIVI

2 GIORNI LAVORATIVIIl venditore riceve la domanda di subentro, verifica i documenti e inoltra la pratica al distributore
5 GIORNI LAVORATIVIIl distributore si occupa della riattivazione del contatore della luce a distanza
subentro luce tempi

TEMPI SUBENTRO GAS: 12 GIORNI LAVORATIVI

2 GIORNI LAVORATIVIIl venditore riceve la domanda di subentro, verifica i documenti e inoltra la pratica al distributore
7 GIORNI LAVORATIVIIl distributore si occupa della riattivazione del contatore del gas a distanza, se il contatore è digitale, o in loco, se non lo è.
tempi per il subentro del gas

INDENNIZZI PER RITARDI NELLA RIATTIVAZIONE DELLE UTENZE

In caso di ritardo nella pratica di subentro, hai diritto a un indennizzo:

  • 35€ se il ritardo è due volte il tempo prestabilito
  • 70€ se il ritardo è tre volte il tempo prestabilito
  • 105€ se il ritardo è il triplo del tempo prestabilito

Domande frequenti sul subentro luce e gas

SUBENTRO SU CONTATORE MOROSO: IL NUOVO INTESTATARIO DEVE PAGARE?

La risposta è no: il richiedente non è in alcun modo responsabile dei debiti del vecchio intestatario. La fornitura verrà quindi riattivata con un nuovo contratto.

L’unica eccezione riguarda i casi in cui il richiedente è un erede del vecchio intestatario moroso e quelli in cui non è estraneo al debito.

CHE DIFFERENZA C’È TRA VOLTURA E SUBENTRO?

  • La voltura va richiesta quando è necessario fare un semplice cambio di intestazione delle bollette. La condizione è che le utenze luce e gas siano ancora attive.
  • Il subentro permette di riattivare il contatore dopo che è stato chiuso, dando il via a un nuovo contratto.

QUANDO FARE SUBENTRO UTENZE?

Per fare il subentro puoi contattare un fornitore luce e gas di tua scelta chiamando al numero verde (puoi trovare l’elenco qui) o recandoti presso gli sportelli sul territorio. Alcuni fornitori, inoltre, danno la possibilità di fare la richiesta online, direttamente dal loro sito.

Se invece vuoi semplificarti la vita e trovare facilmente le offerte luce e gas più vantaggiose, puoi fare un subentro con l’aiuto di Switcho: alla selezione delle tariffe ci pensiamo noi, e non dovrai nemmeno gestire la burocrazia 😉

CHI SI OCCUPA DI CHIEDERE IL SUBENTRO?

Questo compito spetta alla persona che, entrando in una nuova casa con le utenze staccate, desidera riattivarle e intestarsi i nuovi contratti.

Fonti

Atlante per il consumatore, voltura e subentro gas | ARERA

https://www.arera.it/atlante/it/gas/capitolo_3/elenco_domande_paragrafo_4.htm

Atlante per il consumatore, voltura e subentro luce | ARERA

https://www.arera.it/atlante/it/elettricita/capitolo_3/elenco_domande_paragrafo_4.htm

Atlante per il consumatore, deposito cauzionale elettricità | ARERA

https://www.arera.it/atlante/it/elettricita/capitolo_3/elenco_domande_paragrafo_2.htm

Atlante per il consumatore, deposito cauzionale gas| ARERA

https://www.arera.it/atlante/it/gas/capitolo_3/elenco_domande_paragrafo_2.htm

Ti potrebbe piacere anche

risparmia con switcho