Bollette alle stelle?

tariffe luce e gas

Con Switcho risparmi su luce e gas in pochi clic!

✔️ Offerte personalizzate
✔️ Senza burocrazia
💡 Gratuito e digitale

Cosa sono le accise e l’IVA nella bolletta dell’energia elettrica?

risparmia sulle bollette con switcho

L’ultima tra le 4 voci della bolletta luce è quella riguardante le accise dell’energia elettrica e l’IVA: quali sono le imposte applicate e quanto pesano in fattura? In questo articolo vedrai tutti i dettagli. In pillole:

  • Si distinguono tra accisa per l’energia elettrica e IVA sull’importo totale.
  • L’accisa sull’energia elettrica è definita in base ad alcuni scaglioni.
  • Questa non è la componente da osservare per capire l’offerta luce più conveniente. Ma a questo ci pensa Switcho: carica la tua bolletta e noi non solo l’analizziamo per te, ma ti consigliamo anche l’offerta più adatta ai tuoi consumi. E in più, se scegli di cambiare, della burocrazia ce ne occupiamo noi 😉
risparmia sulle bollette con switcho

Indice

Cosa sono le imposte sull’energia elettrica?

La voce relativa alle imposte nella bolletta dell’energia elettrica comprende le accise, ovvero le imposte di consumo, e l’IVA, cioè l’imposta sul valore aggiunto.

Trattandosi di imposte, questa voce in bolletta non è ad appannaggio dei singoli fornitori, ma dello Stato. Ma vediamo meglio la differenza tra accise e IVA 👇

Cos’è l’accisa sull’energia elettrica?

L’accisa, o imposta indiretta sul consumo, è una tassa applicata ai kWh consumati.

Il valore dell’importo richiesto non dipende né dal fornitore né dall’offerta scelti, ma è destinata allo Stato e stabilita dall’Agenzia delle Dogane.

Questa tassazione non è uguale per tutte le forniture, ma ha un valore diverso in base ad alcuni fattori:

  • Tipologia consumi: Da qui nascono 2 categorie, ovvero forniture a uso domestico o forniture per altri usi. 
  • Residenza per forniture a uso domestico: L’Agenzia delle Dogane pone una differenza tra prime e seconde case.
  • Consumi: L’accisa è differenziata in base ai kWh impiegati sia per le forniture a uso domestico che per altri usi.

Vediamo con precisione le aliquote delle accise fissate attualmente, per quanto riguarda le forniture di uso domestico

FORNITURAACCISE (€/kWh)
Forniture abitazione di residenza
e consumi fino a 150 kWh/mese
0
Forniture abitazione di residenza
e consumi oltre 150 kWh/mese
0,0227
Forniture di residenza
con potenza impegnata oltre 3 kW
0,0227
Forniture per non residenti 0,0227

Questa invece è la quota per le accise per le forniture per altri usi

FORNITURAACCISE (€/kWh)
Consumi fino a 200.000 kWh/mese0,0125
Consumi eccedenti 200.000 kWh/mese0,0075

Cos’è l’IVA sull’energia elettrica

L’IVA (imposta sul valore aggiunto) è applicata al prezzo complessivo della bolletta luce, includendo tutte le voci di costo. 

Questa tassa è calcolata in percentuale e cambia in base al tipo di fornitura tra utenze domestiche e non:

  • Utenze domestiche: IVA al 10%
  • Utenze per altri usi: IVA al 22%
  • Utenze per uso di imprese estrattive, agricole e manifatturiere (comprese poligrafie, imprese editoriali, di funzionamento degli impianti irrigui e scolo delle acque): IVA al 10%

Chi è esentato dalle accise della bolletta luce?

Il TUA, ovvero il Testo Unico delle Accise, distingue le imprese e le organizzazioni non soggette ad accise tra quelle escluse e quelle esenti.

Le imprese soggette a esclusione dall’accisa sull’energia elettrica sono:

  • Imprese che lavorano a processi elettrolitici o metallurgici
  • Imprese che lavorano a processi elettrolitici mineralogici
  • Imprese i cui prodotti hanno un costo di produzione sul quale l’energia elettrica pesa più del il 50%

Le utenze soggette a esenzione invece, sono le seguenti 👇

  • Imprese che producono elettricità
  • Imprese per l’impianto o l’esercizio di linee ferroviarie
  • Imprese per l’impianto e l’esercizio di trasporti urbani o interurbano
  • Forniture diplomatiche, consolari, organizzazioni internazionali riconosciute

💡 Ricordiamo che sono esenti dall’accisa sull’energia elettrica anche tutti i clienti domestici titolari di forniture di prima casa e con consumi inferiori a 150 kWh al mese.

Accise: qual è il peso nella bolletta luce?

Ma quanto incidono sulla bolletta tutte le imposte? Il peso di questo importo in bolletta è proporzionato a tutte le altre voci presenti (costo per la materia prima, costo per il trasporto e il contatore, oneri di sistema). 

Nel mercato libero dipende molto anche dal costo per la materia energia, che cambia di fornitore in fornitore, per cui non è semplice stabilire il peso medio in bolletta di ciascuna delle voci di costo.

Ma vediamo insieme il peso medio delle imposte sulle bolletta di una famiglia tipo in regime di tutela:

Dove vedere le accise luce e l’IVA in bolletta?

Come anche per le altre voci di costo, con la bolletta 2.0 è obbligatorio per i fornitori inserire il dettaglio di tutte le spese in bolletta

Questi, situati dopo le informazioni sul contratto e sulla fornitura, sono rappresentati sia dall’elenco delle voci che dal grafico a torta, che mostra il peso di ogni importo in bolletta.

Accise e IVA in bolletta

Risparmiare sulla luce: quale voce guardare in bolletta?

Abbiamo visto che tra le imposte è l’accisa a dipendere dai consumi. È sempre bene, quindi, adottare qualche trucco per ridurre i consumi di energia elettrica. Eccone alcuni:

  1. Sostituire le luci alogene con le luci a led.
  2. Sostituire gli elettrodomestici più datati con nuovi apparecchi in classe A.
  3. Se l’offerta è bioraria o trioraria, concentrare i consumi nelle fasce orarie meno costose può aiutare a ridurre il Prezzo Energia in bolletta.

La voce in bolletta da guardare meglio per risparmiare è invece la spesa per la materia energia.

Questa, costituita da una quota fissa e una quota variabile per consumi, è l’importo che permette di distinguere le diverse offerte del mercato libero fra loro. Ecco qui le migliori offerte luce e gas:

OffertaTariffaDettagli
Pulsee RELAX Index
Pulsee
Prezzo luce
0 €/kWh + PUN
Costo fisso annuo 144€

Prezzo gas
0 €/Smc + PSBIL
Costo fisso annuo 144€

✅ Prezzo indicizzato
✅ Zero burocrazia con Switcho
E.ON FlexClick
E.ON
Prezzo luce
0,0222 €/kWh + PUN
Costo fisso annuo 108€

Prezzo gas
0,104 €/Smc + PSV
Costo fisso annuo 108€
✅ Sconto 27€
✅ Prezzo indicizzato
✅ Zero burocrazia con Switcho
VIVIWeb Market LuceGas
VIVI Energia
Prezzo luce
0,034 €/kWh + PUN
Costo fisso annuo 132€

Prezzo gas
0,135 €/Smc + PSV
Costo fisso annuo 132€
✅ Sconto 60€ solo con Switcho + 88€ di bonus fedeltà
✅ Prezzo indicizzato con tariffa trioraria
✅ Zero burocrazia con Switcho

Se non sai quale scegliere, possiamo aiutarti noi di Switcho gratuitamente: tu carichi la tua bolletta, noi indichiamo l’offerta luce e gas del mercato libero più adatta ai tuoi consumi. E in più, alla burocrazia ci pensiamo noi 😎

risparmia sulle bollette con switcho
Redi Vyshka

Redi Vyshka

COO e co-fondatore di Switcho, esperto nei campi della consulenza manageriale e della finanza aziendale, Redi ha contribuito nel 2019 alla progettazione e al lancio del primo servizio in Italia che, con pochi clic, consente di analizzare le proprie spese di casa e di trovare le opportunità personalizzate di risparmio, dimenticandosi la burocrazia. Dalla nascita di Switcho, Redi prende parte a numerosi eventi su startup e settore energetico, grazie alla sua competenza pluriennale nel mercato delle forniture di gas e luce e nelle soluzioni per ridurre i costi in bolletta. Leggi tutti i suoi articoli e seguilo su LinkedIn.
Aggiornato il 5 Gennaio 2024
Home » Luce e Gas » Leggere la Bolletta » Cosa sono le accise e l’IVA nella bolletta dell’energia elettrica?

Ti potrebbe piacere anche

Articoli correlati

risparmia con switcho