Come fare l’autolettura dei contatori di luce e gas senza stress

leggere contatore luce gas

20 Set 2021

Team Switcho

Come già saprai, effettuare l’autolettura dei contatori di luce e gas è fondamentale per evitare sorprese spiacevoli in bolletta. Infatti, comunicare la lettura dei tuoi contatori è il modo migliore per non ricevere maxi-conguagli in bolletta. Fortunatamente, il procedimento è abbastanza semplice, sia per i contatori elettronici sia per quelli analogici. Abbiamo scritto questo articolo per aiutarti a farlo semplicemente.

Indice:

Dove si trovano i contatori?

Puoi trovare i contatori di luce e gas sia all’interno che all’esterno di casa tua. In generale, i contatori che si trovano in casa possono essere collocati: in un armadietto, vicino all’ingresso, sul balcone o in garage; quelli che si trovano fuori casa, invece, potrebbero essere sul pianerottolo delle scale, in un locale del condominio o su un muretto esterno, accessibile ai tecnici.

Contatore elettronico o tradizionale?

Il primo passo per fare l’autolettura del tuo contatore di luce o gas è capire se i tuoi contatori sono tradizionali o elettronici. Infatti, anche se per legge il tuo distributore di zona ha l’obbligo di sostituire gratuitamente i contatori analogici di luce e gas con quelli elettronici, questo processo è graduale. Probabilmente il tuo contatore della luce è già stato sostituito, ma puoi scoprire se i tuoi contatori sono elettronici o tradizionali sulla tua bolletta o, più semplicemente, osservandoli:

  • i contatori tradizionali sono molto rudimentali e forniscono informazioni minime. Puoi trovare la quantità di energia (elettrica o gas) consumata nel display centrale dove sono presenti alcune cifre, alcune in rosso, altre in nero;
  • i contatori elettronici, invece, presentano un display elettronico e dei tasti per navigare nelle varie sezioni. Ti permettono un maggior controllo, in quanto forniscono informazioni più dettagliate sui tuoi consumi di gas e di energia elettrica. Inoltre, questo tipo di contatori è spesso in grado di trasmettere automaticamente i dettagli suoi tuoi consumi al tuo fornitore tramite la telelettura (puoi verificare se il tuo contatore è teleletto in bolletta o contattando il tuoi fornitore).

Ora che hai scoperto che contatore hai, capiamo come fare l’autolettura.

autolettura contatore luce gas

Come fare l’autolettura del contatore tradizionale?

L’autolettura dei contatori tradizionali è molto semplice ed è la stessa per quelli della luce e per quelli del gas. Infatti, ti basterà leggere le cifre nel display centrale e comunicare quelle prima della virgola (in nero) al tuo fornitore.

Come fare l’autolettura del contatore elettronico del gas?

Esistono contatori elettronici di due tipi, quelli parzialmente integrati (detti elettronici) e quelli completamente integrati (detti teleletti). Questi ultimi sono in grado di comunicare autonomamente la lettura al tuo fornitore e quindi non dovrai fare nulla, se non controllare che nella tua bolletta non ci sia la dicitura “consumi stimati”, perché altrimenti significa che il tuo contatore non sta funzionando correttamente e dovrai contattare il tuo fornitore per farlo riparare.

I contatori elettronici hanno un display digitale e un pulsante di attivazione che ti permette di navigare varie sezioni. Premendo il pulsante, puoi trovare informazioni su:

  • Consumi;
  • Codice PDR;
  • Dato della chiusura del periodo precedente;
  • Stato della valvola;
  • Portata massima;
  • Eventuali problemi.

Come fare l’autolettura del contatore elettronico della luce?

É molto probabile che il tuo contatore della luce sia elettronico. Anzi, ti diremo di più! É quasi sicuramente di seconda generazione e quindi in grado di trasmettere automaticamente, in telelettura, le rilevazioni al tuo fornitore. Puoi verificare questa informazione in bolletta.

Comunque, nel caso in cui avessi bisogno di fare l’autolettura del tuo contatore della luce, non temere, il procedimento è molto semplice.

Innanzitutto, devi sapere che esistono tre tipi di contatori della luce:

  • Il contatore gestito per fasce, che è in grado di misurare l’energia consumata nelle varie fasce orarie (cioè F1, F2 e F3) e che permette di avere tariffe biorarie o triorarie;
  • Il contatore gestito per orario, in grado di misurare l’energia consumata di ora in ora;
  • Il contatore gestito monorario, che non è in grado di misurare l’energia per fasce e che per poterlo fare deve essere riprogrammato da un tecnico specializzato.

Per accedere alle informazioni contenute nel tuo contatore, ti basterà premere il pulsante vicino al display e scorrere tra le varie sezioni. Potrai trovare le seguenti informazioni:

  • Numero cliente;
  • Fascia oraria nel momento della lettura;
  • Massima potenza assorbita (in kW);
  • Consumo di energia elettrica attiva in kW/h A1, A2, A3 (corrispondenti alle fasce orarie F1, F2, F3);
  • Potenza massima assorbita P1, P2, P3 (di nuovo, corrispondenti alle fasce orarie F1, F2, F3);
  • Data e ora in cui stai consultando il contatore.

Quando e come comunicare l’autolettura?

Per assicurarti che l’autolettura arrivi al fornitore in tempi utili ad evitare la stima dei consumi nella bolletta successiva, è molto importante che consulti la tua bolletta e verifichi i tempi di invio. Alcuni contratti prevedono una comunicazione annuale, altri mensili o bimestrali.

Invece, per comunicare l’autolettura del contatore è sufficiente rivolgerti al tuo fornitore di energia elettrica o del gas, indicando il tuo numero cliente e le cifre che hai letto prima della virgola sul display del contatore. Potrai farlo telefonicamente al numero verde, dall’area clienti sul sito web o su app o, infine, con appositi moduli. Abbiamo scritto un articolo che ti spiega come contattare i principali fornitori di luce e gas.

Altre informazioni

  • Ti consigliamo di controllare sempre che nelle tue bollette non si parli di “consumi stimati” e, in caso, di comunicare periodicamente i consumi effettivi. In caso contrario, potresti ricevere conguagli sostanzioni (ti ricordiamo, inoltre, che è sempre meglio inviare la tua bolletta a noi di Switcho, per assicurarti di avere la tariffa migliore sul mercato);
  • Se tieni premuto il pulsante del tuo contatore elettronico per più di due minuti, ti potrebbe apparire la dicitura “Simboli e Ver. SW”, che illustra i simboli e il software del contatore. Non ti preoccupare, questa sezione scompare automaticamente dopo 15 secondi.

Ti potrebbe piacere anche

Switcho