Bollette alle stelle?

tariffe luce e gas

Con Switcho risparmi su luce e gas in pochi clic!

✔️ Offerte personalizzate
✔️ Senza burocrazia
💡 Gratuito e digitale

Cos’è e come funziona la fornitura di ultima istanza per il gas?

risparmia sulle bollette con switcho

Cosa succede se per cause esterne non hai un fornitore di gas? In questo caso, per continuare a essere servito, si attiva la fornitura di ultima istanza (FUI). In pillole:

  • È un servizio istituito da ARERA e gestito dall’Acquirente Unico.
  • È dedicato anche a forniture non disalimentabili, relative a strutture di servizio pubblico.
  • Se hai la fornitura di ultima istanza, puoi interrompere il servizio quando vuoi sottoscrivendo un contratto con un fornitore del mercato libero: scegli l’offerta gas migliore per te con Switcho 🤓
risparmia sulle bollette con switcho

Indice

Fornitura di ultima istanza: cos’è e cosa fa

La fornitura a ultima istanza (FUI) è un servizio che impedisce l’interruzione della fornitura di gas in caso il cliente abbia perso il proprio fornitore contro la propria volontà. 

Dunque, di fatto, la FUI permette al cliente di prelevare il gas anche senza un contratto con un fornitore del mercato libero. La FUI, istituita da ARERA, è gestita dall’Acquirente Unico.

❗ Questo servizio è valido solo per la fornitura del gas, ma non per l’energia elettrica. Per la luce, un servizio simile che assicura il servizio anche a chi rimane senza fornitura è il Servizio Salvaguardia, gestito sempre da ARERA e dall’Acquirente Unico.

Per chi si attiva la fornitura di ultima istanza gas?

Non tutti gli utenti del gas tuttavia rientrano tra i casi di fornitura di ultima istanza. Il servizio può essere attivato con:

  • Forniture non disalimentabili, ovvero quelle forniture che non possono subire interruzioni, qualsiasi sia la causa. Queste sono relative a strutture che offrono un servizio pubblico, quindi ospedali, case di riposo, scuole e istituti di detenzione. 
  • Forniture disalimentabili intestate a clienti domestici, a condomini con uso domestico e consumi inferiori a 200.000 Smc all’anno, o a con clienti non domestici e consumi inferiori a 50.000 Smc annui. Questa tipologia di cliente deve però aver subito interruzioni per cause esterne.

Quando si attiva il servizio di ultima istanza

Ma per cosa si intende, di preciso, per “perdita del proprio fornitore contro la propria volontà” e per quali cause avviene? Esistono 2 situazioni tipo: il fallimento della società di vendita e la cessazione amministrativa. Vediamole nel dettaglio ⬇️

Fallimento della società di vendita: cosa succede?

Il primo caso in cui può attivarsi un servizio di ultima istanza è il fallimento della società energetica. Questa, tuttavia, non avviene all’improvviso: l’Autorità infatti ha stabilito un iter da seguire per la società in fallimento, in modo gestire al meglio le forniture servite. Vediamolo insieme:

  1. La società che fornisce energia dichiara fallimento.
  2. La fornitura non viene interrotta, ma rimane attiva, e nell’arco di 24 ore passa a ultima istanza.
  3. Durante queste 24 ore, il passaggio viene comunicato all’utente da parte dell’Acquirente Unico o dal distributore locale.

Che cos’è la cessazione amministrativa

La seconda circostanza in cui si attiva il servizio di ultima istanza è quello della cessazione amministrativa.

Con la cessazione amministrativa si intende il caso in cui il fornitore, ai sensi dell’art. 16 Deliberazione 29 luglio 2004, n. 138/04, avvia un iter di scioglimento del contratto con il cliente. Questo spesso avviene a causa della morosità dell’utente, cioè quando ha a carico pagamenti insoluti.

❗Quando la causa della cessazione amministrativa è la morosità del cliente la FUI può essere attivata solo per le forniture disalimentabili. Le forniture disalimentabili, invece, non avranno diritto al servizio.

Fornitura di ultima istanza: chi se ne occupa?

Come abbiamo anticipato, sono diversi i soggetti che intervengono per garantire il servizio di ultima istanza. Vediamo chi sono:

  • L’Acquirente Unico: La società statale che fa parte del Gestore dei Servizi Energetici si occupa, per conto dell’Autorità, di selezionare i fornitori da assegnare su base territoriale. Viene indetto un concorso e successivamente è pubblicata una graduatoria, valida per circa 2 anni.
  • Il distributore locale: Questo si occupa dell’attivazione effettiva della nuova fornitura, e varia di zona in zona. Il suo operato non concerne la vendita dell’energia, ma solo la sua distribuzione per l’ultimo tratto di rete e l’attivazione del contatore.
  • Il fornitore assegnato: Una volta vinta l’asta per un dato territorio, la società assegnata si occupa della vendita dell’energia al cliente, andando a sostituire il fornitore precedente. 

Le società vincitrici dell’asta per la fornitura dal 1° ottobre 2023 al 30 settembre 2025 sono Hera Comm ed Enel. Ecco come sono distribuite sul suolo italiano:

AREA DI PRELIEVOFORNITORI ASSEGNATI
Valle d’Aosta, Piemonte e LiguriaHera Comm 
LombardiaHera Comm 
Trentino Alto-Adige e VenetoHera Comm 
Friuli-Venezia Giulia e Emilia-RomagnaHera Comm 
Toscana, Umbria e MarcheHera Comm 
Abruzzo, Molise, Basilicata e PugliaHera Comm 
LazioHera Comm
CampaniaHera Comm 
Sicilia e CalabriaEnel Energia 

Tutti costi dei fornitori di ultima istanza

Veniamo ai prezzi della fornitura di ultima istanza. Le condizioni economiche di questo tipo di servizio sono state definite da ARERA separando i clienti domestici gas e i condomini dai clienti gas per altri usi.

I clienti domestici gas e i condomini dovranno sostenere i seguenti costi:

  • Per i primi 3 mesi di servizio avranno le condizioni economiche definite da ARERA. 
  • Dopo 3 mesi, le condizioni economiche di ARERA vengono aumentate in base al cosiddetto parametro β. Questo viene deciso dal fornitore durante il concorso per una determinata area.

Per i clienti non domestici, invece:

  • Durante i primi 3 mesi è applicato il 70% del parametro β.
  • Passati i 3 mesi, viene applicato il 100% del parametro β.

In questa tabella sono riportati i valori del parametro β in base alla regione e il fornitore assegnato, espressi in centesimi di euro (c€) per ogni metro cubo (Smc) 👇

AREA DI PRELIEVOFORNITORI ASSEGNATIPARAMETRO β IN c€/Smc
Valle d’Aosta, Piemonte e LiguriaHera Comm 23,57 
LombardiaHera Comm 22,87
Trentino Alto-Adige e VenetoHera Comm 13,77 
Friuli-Venezia Giulia e Emilia-RomagnaHera Comm 14,67
Toscana, Umbria e MarcheHera Comm 26,67
Abruzzo, Molise, Basilicata e PugliaHera Comm 19,67
LazioHera Comm32,77
CampaniaHera Comm 47,47 
Sicilia e CalabriaEnel Energia 21,18

❗ Se il cliente servito da ultima istanza non paga almeno una fattura ricevuta, la società energetica può sospendere la fornitura.

Fornitore di ultima istanza: come cambiarlo

Se ti è capitato di essere servito in ultima istanza ma vuoi concludere contratto, sappi che si può fare.

Il cliente di ultima istanza (se non è moroso) ha il diritto di concludere il servizio con il fornitore assegnato in qualsiasi momento, e può farlo semplicemente sottoscrivendo un contratto del mercato libero con un altro fornitore.

💡 Vorresti passare a un altro fornitore ma non sai da dove iniziare? Caricando la tua bolletta su Switcho puoi trovare l’offerta luce e gas del mercato libero più idonea alle tue esigenze e completare il passaggio senza dover gestire la burocrazia. Pensiamo a tutto noi, gratis 😎

risparmia sulle bollette con switcho

Servizio ultima istanza e Servizio di Default: quali differenze?

Abbiamo visto che la FUI è dedicata a clienti che rimangono senza fornitore a cause esterne. Ma cosa succede se un cliente non paga le bollette? In questo caso, dopo vari solleciti e la comunicazione di messa in mora, il fornitore ha diritto a procedere con l’interruzione del servizio.

Tuttavia questo processo potrebbe rivelarsi tutt’altro che semplice: a volte infatti non è possibile, da parte del distributore locale, interrompere la fornitura materialmente. Un caso tipico è quello in cui il contatore è situato in una proprietà privata.

A quel punto, il fornitore interrompe il contratto, ma è ancora possibile prelevare gas: in questo caso si tratta non di un servizio di ultima istanza, ma di un servizio di default (FDD).

Il servizio di default (FDD) è un servizio di fornitura dei clienti disalimentabili che rimangono senza contratto per cause a loro imputabili. È temporaneo, e cioè dura massimo 6 mesi o fino a quando non viene sottoscritto un nuovo contratto.

Come per la FUI, il servizio è regolamentato da ARERA e i fornitori sono assegnati territorialmente tramite gara.

💡 Come uscire dal FDD? In questo caso bisogna pagare le morosità pregresse. Dopodiché, il cliente può passare a un altro fornitore o richiedere l’interruzione della fornitura.

In tabella sono riassunte le principali differenze tra FUI e FDD:

FORNITURA DI ULTIMA ISTANZASERVIZIO DI DEFAULT
Per clienti senza fornitore per cause esternePer clienti senza fornitore per cause a loro imputabili
Durata indeterminataDurata massima di 6 mesi
Servizio interrompibile in qualsiasi momentoServizio interrompibile pagando le morosità pregresse

Fonti

Graduatoria FUI GAS anni termici 2023-2025 | Acquirente Unico
https://www.acquirenteunico.it/sites/default/files/documenti/Graduatoria_FUI_2023-25.pdf

FUI GAS | Acquirente Unico
https://www.acquirenteunico.it/canali/fui-gas
Redi Vyshka

Redi Vyshka

COO e co-fondatore di Switcho, esperto nei campi della consulenza manageriale e della finanza aziendale, Redi ha contribuito nel 2019 alla progettazione e al lancio del primo servizio in Italia che, con pochi clic, consente di analizzare le proprie spese di casa e di trovare le opportunità personalizzate di risparmio, dimenticandosi la burocrazia. Dalla nascita di Switcho, Redi prende parte a numerosi eventi su startup e settore energetico, grazie alla sua competenza pluriennale nel mercato delle forniture di gas e luce e nelle soluzioni per ridurre i costi in bolletta. Leggi tutti i suoi articoli e seguilo su LinkedIn.
Aggiornato il 28 Dicembre 2023
Home » Luce e Gas » Mercato Energetico » Cos’è e come funziona la fornitura di ultima istanza per il gas?

Ti potrebbe piacere anche

Articoli correlati

risparmia con switcho