Come risparmiare energia elettrica: 9 consigli pratici per spendere meno

come risparmiare energia elettrica

21 Apr 2022

Team Switcho

Anche tu ti stai chiedendo come risparmiare energia elettrica? Oggi, a causa dei rincari dell’energia, le bollette sono sempre più alte, quindi è necessario individuare alcuni piccoli stratagemmi utili a ridurle. In più sappiamo bene che ridurre gli sprechi di elettricità ha un impatto positivo sul pianeta. Non preoccuparti: in questo articolo ti daremo qualche consiglio per abbassare i tuoi consumi di energia elettrica, aumentando il risparmio energetico a casa. 

💡 Se però, nonostante gli accorgimenti adottati, la bolletta continua ad essere una spesa ancora troppo gravosa, ti suggeriamo di verificare se puoi ottimizzare le tue tariffe luce e gas con noi di Switcho (e se decidi di cambiare, pensiamo noi a tutto, gratuitamente 😉).
Vediamo subito 9 consigli per risparmiare energia in casa.

Indice – Come risparmiare energia elettrica?

1. Scegli tariffe e fasce orarie che rispettino i tuoi consumi

Il primo consiglio per risparmiare sulle bollette della luce è quello di scegliere una tariffa che rispetti i tuoi consumi. Ogni nucleo familiare ha stili di vita diversi e di conseguenza le abitudini di consumo energetico sono differenti. Per questo motivo è importante che tu scelga la tariffa migliore per te. 

Quando si parla di abitudini bisogna prendere in considerazione le fasce orarie dell’energia elettrica. Infatti, alcune tariffe luce e gas hanno costi che variano sulla base di determinate fasce orarie. Per questo motivo è bene individuare un contratto con costi minori negli orari in cui usi maggiormente gli apparecchi elettronici, per poter risparmiare ulteriormente.

In particolare, esistono 3 fasce orarie:

  • F1: dalle ore 8 alle 19 dal lunedì al venerdì;
  • F2: dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23 dal lunedì al venerdì e dalle 7 alle 23 il sabato;
  • F3: dalle 00 alle 7 e dalle 23 alle 24 dal lunedì al sabato e tutte le ore per domenica e festivi.
fasce orarie energia

Sulla base di queste fasce, esistono 3 tipologie di tariffe:

  • Tariffa monoraria: il prezzo dell’energia elettrica è uguale per tutte le ore diurne. Di conseguenza, è consigliabile a chi è in casa durante la giornata e utilizza in queste ore gli apparecchi elettrici.
  • Tariffa bioraria: consente di pagare meno energia nei weekend e la sera. Per questo motivo è consigliabile per chi lavora o studia durante la giornata e quindi non è in casa.
  • Tariffa trioraria: come la tariffa bioraria, il prezzo dell’energia elettrica è inferiore per le ore notturne e nei weekend. Di conseguenza, è utile per tutti quelli che lavorano e non sono in casa durante la giornata.

🌱 Passare a una tariffa più adatta ai tuoi consumi, oltre a un’occasione di risparmio, può essere anche un modo per dare una mano al pianeta. Infatti potrai optare per un’offerta con energia green, più sostenibile rispetto a quella tradizionale.

Trovare la tariffa luce green più adatta a te è un’impresa?
Ci pensiamo noi di Switcho, gratuitamente 😃

1️⃣ Carica la bolletta

La analizziamo e ti facciamo sapere se ti conviene cambiare fornitore o no.

2️⃣ Ricevi le offerte migliori

Selezioniamo per te le proposte di risparmio più adatte, sulla base dei tuoi consumi.

3️⃣ Tu scegli, noi attiviamo

Pochi dati e il gioco è fatto: il cambio fornitore luce e gas lo facciamo noi.

2. Scegli elettrodomestici con una classe energetica alta

Un altro trucco per risparmiare energia elettrica è scegliere degli elettrodomestici con le classi energetiche più alte. Ma cosa sono le classi energetiche? 

Le classi energetiche, che si basano su norme stabilite dall’Unione Europea, suddividono gli elettrodomestici in base alla loro efficienza energetica. Te le riassumiamo in 3 brevissimi punti:

1️⃣ Vanno dalla A (la migliore) alla G (la peggiore);

2️⃣ Più la classe è vicina alla A, minore è il dispendio di energia e maggiore è il risparmio;

3️⃣ Gli elettrodomestici con classe alta hanno spesso un prezzo leggermente superiore, ma puoi considerarlo come un investimento! Ti faranno risparmiare sulle bollette nel corso del tempo.

3. Usa lampadine led o smart

Risparmiare attraverso la scelta di un elettrodomestico di classe energetica alta non basta. Infatti, per cercare di ridurre le spese sulle bollette, facendo fronte ai rincari del 2022, ci sono altri accorgimenti da prendere in considerazione. Uno tra questi è sostituire le lampadine alogene – non più in commercio dal 2018 – o quelle fluorescenti/neon con delle lampadine a led che hanno una durata maggiore e permettono di risparmiare fino al 90% di energia elettrica. Hanno un prezzo leggermente maggiore ma, anche in questo caso, il loro acquisto deve essere visto come un investimento.

Anche le lampadine smart di ultima generazione consentono un buon risparmio di luce: grazie alla loro connessione Wi-Fi, possono essere accese e spente quando si desidera anche a distanza, ma, soprattutto, puoi regolare come preferisci la loro intensità, dato che la maggior parte sono lampadine dimmerabili.

lampadine smart per risparmiare energia

4. Sfrutta la luce naturale 

Circa il 10-15% dei costi energetici domestici derivano dall’illuminazione artificiale. Per questo motivo è utile tenere spente le lampadine durante il giorno, accendendole solo quando necessario e sfruttando il più possibile la luce solare proveniente dall’esterno. A questo proposito, potresti farti aiutare da esperti per creare dei progetti di illuminotecnica che favoriscano l’utilizzo della luce naturale nelle ore diurne. 

Anche alcuni piccoli trucchetti, come scegliere pareti, pavimenti e tende dai colori chiari o specchi per creare giochi di luce, possono essere utili per rendere più luminose le tue stanze e limitare l’accensione delle lampadine per la maggior parte della giornata.

5. Non lasciare gli elettrodomestici in stand-by 

Per riuscire a risparmiare energia in casa è importante non lasciare i diversi apparecchi in stand-by. 

Si parla spesso di carichi fantasma (o alimentazione vampiro 🧛🏻‍♂️) cioè tutta quell’energia consumata dall’apparecchio quando rimane connesso alla presa elettrica, senza essere utilizzato. 

Computer, televisioni, caricabatterie sempre attaccati alla presa, modem Wi-Fi ed elettrodomestici che rimangono in stand-by oltre al loro momento di utilizzo possono arrivare a costituire fino al 25% dei consumi totali di energia elettrica.

apparecchi in stand-by

Per risparmiare luce è necessario staccare le spine dalla corrente quando l’elettrodomestico è in stand-by. Per facilitare questa operazione può essere utilizzare una ciabatta: spenta quella, spento tutto! 😉

6. Usa nel modo corretto il condizionatore 

Utilizzare il condizionatore nelle stagioni più calde è inevitabile, soprattutto nelle grandi città. Puoi, però, prendere qualche accortezza per ridurre al minimo gli sprechi energetici e moderare il consumo del condizionatore:

1️⃣ Quando accendi il climatizzatore, chiudi bene tutte le finestre; 

2️⃣ Usa la modalità deumidificazione, quando possibile. In questo modo, abbasserai sia la bolletta che il calore percepito;

3️⃣ Ricordati di chiudere le tapparelle per bloccare l’entrata del sole e ridurre il riscaldamento dell’ambiente;

4️⃣ Cerca di non mantenere il condizionatore acceso 24 ore, ma solo nelle ore più calde e, ovviamente, spegnilo quando non sei a casa;

5️⃣ Mantieni la temperatura dell’ambiente tra i 26 e i 28°C: non scendere troppo oltre questa soglia per evitare sprechi.

7. Migliora le prestazioni e l’efficienza energetica 

Per ridurre l’utilizzo degli apparecchi elettrici, come condizionatori, pompe di calore o stufette elettriche, è importante utilizzare infissi a risparmio energetico o dotare la casa del cappotto termico. In questo modo potrai evitare dispersioni di calore e isolare la tua abitazione dal caldo e dal freddo.

infisso a triplo vetro

Potresti, dunque, valutare una riqualificazione energetica della tua abitazione, approfittando anche delle detrazioni proposte dal Governo (come agevolazioni ed Ecobonus) per incentivare l’utilizzo di energie alternative ed aumentare il livello di efficienza energetica degli edifici. Questa operazione richiede indubbiamente un investimento iniziale, ma potrà risultarti particolarmente utile per risparmiare sui consumi di gas e luce a lungo andare. 

8. Usa un misuratore dei consumi 

In commercio sono presenti dei misuratori di consumo di energia elettrica che puoi trovare anche online con una spesa intorno ai 20€. Questi strumenti ti consentono di capire quale apparecchio consuma di più e quando è il caso adottare comportamenti per il risparmio dell’energia, per esempio spegnere i device o modificare le tue abitudini. Potresti anche scoprire quale programma della tua lavatrice è più energivoro, scegliendone uno differente per non sprecare elettricità inutilmente 🤯

9. Usa nel modo corretto gli elettrodomestici 

Gli elettrodomestici sono una delle maggiori fonti di spreco di energia elettrica, soprattutto se utilizzati quando non strettamente necessari. Hai mai fatto partire una lavatrice non a pieno carico o una lavastoviglie con pochi piatti dentro? 🧐

➡️ Per limitare i consumi, lavatrici, lavastoviglie e asciugatrici devono sempre andare al giusto carico, utilizzando il programma Eco. 

➡️ E sai che puoi sfruttare il calore accumulato del forno per finire la cottura dei tuoi piatti preferiti, spegnendo il forno in anticipo?

➡️ Infine, cerca di limitare lo studio dei contenuti del tuo frigorifero e del tuo congelatore, che consumano una grande quantità di elettricità se aperti frequentemente (insomma, niente pause infinite davanti al frigo aperto!). A proposito di frigorifero, posizionalo lontano da fonti di calore e ad una distanza minima di 8-12 cm dal muro: in questo modo garantirai la giusta areazione del compressore.

Dopo aver compreso quanto consumi in termini di energia elettrica, puoi scegliere una tariffa in linea con i tuoi bisogni, cambiando eventualmente fornitore della luce. Su Switcho puoi risparmiare con pochi e semplici click, scegliendo le tariffe più convenienti e adatte a te 😃

Ti abbiamo fornito alcuni consigli utili per risparmiare sull’energia elettrica. Ora tocca a te metterli in pratica per far fronte ai rincari e ridurre i costi in bolletta, facendo anche del bene al pianeta!

Fonti:

Fasce orarie | Arera:

https://www.arera.it/it/schede/C/faq-fascenondom.htm

Classi di consumo | Arera:

https://www.arera.it/it/dati/eem84.htm#

Analisi dello stato dell’arte dei sistemi integrati di illuminazione naturale/artificiale | ENEA – Ente per Nuove tecnologie, Energia e Ambiente

https://www.enea.it/it/Ricerca_sviluppo/documenti/ricerca-di-sistema-elettrico/condizionamento/rse14.pdf 

Evitare sprechi di energia elettrica: quanto consumano gli elettrodomestici in stand-by | E-on energia

https://www.eon-energia.com/magazine/energia-domestica/evitare-sprechi-di-energia-elettrica-quanto-consumano-gli-elettrodomestici-in-stand-by.html

Riqualificazione energetica – Che cos’è | Agenzia delle Entrate

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/agevolazioni/detrazione-riqualificazione-energetica-55-2016/cosa-riqualificazione-55-2016

Ti potrebbe piacere anche

Switcho