Bollette alle stelle?

tariffe luce e gas

Con Switcho risparmi su luce e gas in pochi clic!

✔️ Offerte personalizzate
✔️ Senza burocrazia
💡 Gratuito e digitale

Come risparmiare sul riscaldamento? Trucchi e consigli

risparmia sulle bollette con switcho

Ultimo aggiornamento: ottobre 2022

Con i termosifoni accesi la bolletta del gas raggiunge cifre da capogiro? Niente paura: in questo articolo ti spiegheremo come risparmiare sul riscaldamento e cercheremo di fornirti alcuni suggerimenti utili per contenere i consumi, senza dover rinunciare ad una casa calda e confortevole.

Se, nonostante gli accorgimenti adottati, la bolletta continua ad essere una spesa troppo gravosa, ti suggeriamo di valutare se ti conviene cambiare fornitore luce e gas con noi di Switcho 😎

risparmia con switcho

Indice:

Consigli generali su come risparmiare sul riscaldamento

Che il tuo impianto di riscaldamento sia autonomo o centralizzato, poco importa: è normale che i costi del gas si alzino durante la stagione invernale a seguito di un utilizzo più frequente degli impianti (a maggior ragione visti i rincari di quest’anno che hanno portato a notevoli aumenti delle bollette).

La buona notizia è che sei sempre in tempo per iniziare a risparmiare: è sufficiente che tu metta in atto alcune pratiche e abitudini che, nel loro piccolo e a lungo andare, ti faranno risparmiare molto denaro. Eccole tutte riassunte in questa tabella! 👇

COME RISPARMIARE SUL RISCALDAMENTO
Regola la potenze dei termosifoni in base alle tue esigenze
Non eccedere la temperatura consigliata di 19°
Posiziona pannelli isolanti dietro i caloriferi
Mantieni la giusta umidità in casa
Accendi il riscaldamento solo nei giorni e per le ore consentite in base alla tua zona climatica
Usa le valvole termostatiche
Non riscaldare le zone della casa che non usi
Fai i controlli periodici alla caldaia
Non impostare la caldaia oltre i 45°
Migliora l’isolamento termico della casa (infissi, cappotto, ecc)
Evita gli spifferi e non arieggiare nelle ore più fredde
Tieni abbassate le tapparelle quando è buio
Fai entrare il sole nelle ore più calde
Spurga regolarmente i caloriferi

Vediamo più nel dettaglio alcuni dei consigli che hai appena letto:

  1. Regolare la potenza dei termosifoni: fai in modo che i termosifoni producano solo il calore di cui hai realmente bisogno per rendere gli ambienti confortevoli. In questo modo, potrai limitare ogni spreco di energia.
  2. Mantenere la temperatura dentro casa intorno ai 19°: questa è l’indicazione fornita dal Governo per la stagione invernale 2022-2023. Una temperatura troppo alta non solo ti fa consumare di più, ma fa anche male alla tua salute. Considera che per ogni grado centigrado in più, i consumi aumentano dal 5 al 10%. Per non dimenticarti di controllare la temperatura tra le mura domestiche ti consigliamo di installare piccoli termometri per ambienti sulle pareti di casa, così da avere sempre i gradi sott’occhio.
  3. Posizionare pannelli isolanti dietro i caloriferi: l’isolamento termico ti permetterà di evitare dispersioni di calore, ottimizzare l’efficienza dei termosifoni e risparmiare sui consumi energetici. In alternativa ai pannelli isolanti, a parità di risultato, puoi utilizzare anche le lamine isolanti.
  4. Considerare il livello di umidità: molto spesso la temperatura percepita in casa sembra più bassa rispetto a quella effettiva, portando ad alzare ulteriormente la temperatura dei termosifoni. Questo può accadere quando in casa c’è un tasso di umidità troppo elevato: per questo un deumidificatore potrebbe aiutarti ad abbassare i livelli di umidità e a non utilizzare i caloriferi più del necessario, facendoti risparmiare sulla bolletta a fine mese. Allo stesso modo, se l’aria diventa troppo secca, occorre riportarla a un giusto livello di umidità utilizzando un umidificatore per termosifoni. 

Per risparmiare sul riscaldamento, indipendentemente dalla tipologia di impianto che possiedi, ti consigliamo di dire addio, una volta per tutte, a quelle che sono considerate due pessime abitudini: coprire i termosifoni e lasciare entrare spifferi d’aria. La prima influisce negativamente sull’efficienza dei caloriferi, la seconda fa sì che il calore si disperda all’esterno. 

Nulla, infine, ti vieta di affidarti ad un nuovo fornitore energetico: cambiare fornitore è un’operazione gratuita che non comporta penali né sospensioni della fornitura. Se hai messo in pratica i consigli per risparmiare sul riscaldamento e contenere i consumi ma i costi in bolletta sono ancora troppo elevati, cambiare fornitore del gas e attivare un’offerta più vantaggiosa potrebbe rivelarsi la soluzione ideale.

👉 Puoi affidarti a noi di Switcho per ricevere un’analisi personalizzata delle tue bollette e capire se puoi risparmiare davvero. La parte migliore? Se esistono offerte migliorative, pensiamo noi alla burocrazia del cambio 😀

Nuova pratica switcho
Nuova pratica switcho

Quando si può accendere il riscaldamento?

L’Italia è divisa in 6 zone climatiche, e per ciascuna sono definiti i periodi di accensione e spegnimento dell’impianto, oltre che le ore giornaliere in cui il riscaldamento può essere tenuto acceso. Rispettare queste linee guida è un primo passo per evitare sprechi di gas.

In questa mappa trovi le diverse zone climatiche 👇 Per un maggiore dettaglio ti consigliamo questo strumento creato da Wired che permette di trovare il proprio comune e scoprire le regole ad oggi in vigore per il riscaldamento.

zone climatiche italia
Credits mappa Italia: Wikimedia Commons
ZONAORE RISCALDAMENTO /GIORNOACCENSIONE E SPEGNIMENTO
A5 ore8 dicembre – 7 marzo
B7 ore8 dicembre – 23 marzo
C9 ore22 novembre – 23 marzo
D11 ore8 novembre – 7 aprile
E13 ore22 ottobre – 7 aprile
FNessuna limitazioneNessuna limitazione
Date accensione riscaldamento 2022

I dati in tabella sono relativi alla stagione 2022-23, in cui per fronteggiare la scarsità e l’impennata dei costi del gas, il Governo ha accorciato di due settimane il periodo di accensione e limitato anche le ore giornaliere.

Inoltre, la raccomandazione circa la temperatura da tenere in casa passa da 20° a 19°, mentre è consigliata una temperatura di 17° per le attività industriali. Sono esclusi da questi provvedimenti RSA, asili, scuole materne, ospedali e piscine.

Inoltre i comuni potranno consentire deroghe ai nuovi limiti in caso di situazioni climatiche particolarmente severe, aggiungendo ore giornaliere per non più della metà di quelle inizialmente previste.

Una volta capiti questi principi base, capiamo quali comportamenti adottare per risparmiare sul riscaldamento nell’inverno 2022-2023.

Riscaldamento autonomo: come risparmiare?

Hai un impianto di riscaldamento autonomo e vuoi sapere come risparmiare sui consumi energetici? Per tua fortuna, hai la possibilità di mettere in atto numerosi consigli per contenere le spese, mantenendo gli ambienti di casa sempre caldi e confortevoli. Ecco di seguito alcuni degli accorgimenti che puoi adottare:

  • Spegni i termosifoni nelle stanze che non utilizzi spesso: è inutile mantenere caldi, consumando più energia, ambienti in cui non trascorri del tempo.
  • Installa delle valvole termostatiche così da regolare il calore in ogni luogo in maniera autonoma. In questo modo, puoi scaldare maggiormente le stanze più utilizzate e risparmiare sul riscaldamento degli altri ambienti.
valvole termostatiche termosifoni
  • Quando esci di casa, abbassa la temperatura dei caloriferi, senza però spegnerli del tutto, in quanto riaccendendoli al tuo ritorno consumeresti più energia.
  • Controlla periodicamente la caldaia per intervenire immediatamente in caso di malfunzionamenti o perdite: una caldaia che non funziona in modo ottimale fatica a riscaldare l’acqua e impiega più tempo a riscaldare gli ambienti domestici.
  • Imposta la temperatura della caldaia non oltre i 45 gradi: l’acqua che fluisce nei radiatori deve avere una temperatura non superiore a quella indicata. Ogni grado in più, anche in questo caso, può comportare un aumento considerevole dei consumi. È indispensabile, quindi, che tu provveda a controllare periodicamente la caldaia per risparmiare sul riscaldamento!
  • Valuta la riqualificazione energetica di casa tua. Ci sono diversi incentivi fiscali che favoriscono interventi volti a migliorare le prestazioni energetiche: ad esempio, potresti installare degli infissi di ultima generazione, apporre un cappotto isolante attorno all’abitazione e sostituire la caldaia scegliendone una a condensazione. Lo Stato, infatti, ha messo a disposizione diverse detrazioni fiscali, Ecobonus e Superbonus per incentivare gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, grazie ai quali potrai rinnovare gli impianti di casa tua e risparmiare considerevolmente a lungo andare, contribuendo anche ad un consumo di energia più sostenibile.
infisso a triplo vetro

Come avrai notato, per risparmiare sul riscaldamento autonomo, puoi occuparti in prima persona di regolare, in modo intelligente, la temperatura di casa e dei termosifoni. Puoi muoverti in totale libertà per contenere i consumi… avendo questo vantaggio, sfruttalo!

Come risparmiare sul riscaldamento centralizzato

Se, invece, disponi di un riscaldamento centralizzato, non hai la stessa libertà di gestire l’impianto come chi ne ha uno autonomo. Non ti preoccupare: anche in questo caso, puoi adottare alcuni accorgimenti utili per contenere i consumi. Ma come risparmiare sul riscaldamento centralizzato?

I nuovi impianti di riscaldamento centralizzati permettono molta più autonomia rispetto a quelli più obsoleti: con il decreto legislativo 102/2014, infatti, ogni impianto centralizzato deve essere dotato di valvole termostatiche e di un sistema di contabilizzazione del calore. In questo modo i costi vengono suddivisi tra i condomini solo per il loro consumo effettivo di energia e grazie alle valvole termostatiche ognuno potrà regolare l’intensità del riscaldamento nella propria abitazione, senza andare incontro a sprechi che potrebbero costare cari sulla bolletta.  

Inoltre, in totale autonomia, puoi:

  • Sfruttare la luce del sole: sposta le tende e permetti al calore di entrare in casa, così puoi abbassare la temperatura nei vari ambienti domestici.
  • Abbassa le tapparelle o chiudi gli infissi quando fa buio, per ridurre la dispersione di calore.
  • Valuta di sostituire gli infissi: forse non potrai agire sulla riqualificazione energetica dell’intero condominio, ma già installare degli infissi di ultima generazione nel tuo appartamento farà la differenza.
  • Durante la stagione invernale cerca di far areare la casa nelle ore più calde, per evitare che entri aria gelida.
  • Spurga i caloriferi almeno una volta all’anno per evitare bolle d’aria e quindi inefficienze.

Abbiamo provato a fornirti alcuni suggerimenti utili su come contenere i consumi e risparmiare sul riscaldamento. Ora tocca a te metterli in pratica: potrai tirare un sospiro di sollievo quando leggerai la prossima bolletta del gas!

Continua a risparmiare con i nostri consigli! Leggi anche:

Fonti

I consumi energetici delle famiglie | ISTAT

https://www.istat.it/it/archivio/142173

Guida per l’esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici | Ministero dello Sviluppo Economico

https://www.mise.gov.it/images/stories/pubblicazioni/Guida_impianti_termici.pdf

Microclima e benessere termico | Ministero della Salute

https://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=4387&area=indor&menu=vuoto

Classificazione energetica dei comuni italiani – Decreto del Presidente della Repubblica 412/1993 | Gazzetta Ufficiale

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1993/10/14/093G0451/sg

Decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102 | Gazzetta ufficiale 

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/07/18/14G00113/sg

Classificazione climatica dei comuni italiani | Wikipedia

https://it.wikipedia.org/wiki/Classificazione_climatica_dei_comuni_italiani

Redi Vyshka

Redi Vyshka

COO e co-fondatore di Switcho, esperto nei campi della consulenza manageriale e della finanza aziendale, Redi ha contribuito nel 2019 alla progettazione e al lancio del primo servizio in Italia che, con pochi clic, consente di analizzare le proprie spese di casa e di trovare le opportunità personalizzate di risparmio, dimenticandosi la burocrazia. Dalla nascita di Switcho, Redi prende parte a numerosi eventi su startup e settore energetico, grazie alla sua competenza pluriennale nel mercato delle forniture di gas e luce e nelle soluzioni per ridurre i costi in bolletta. Leggi tutti i suoi articoli e seguilo su LinkedIn.

31 Marzo 2022

Ti potrebbe piacere anche

risparmia con switcho