Bollette alle stelle?

tariffe luce e gas

Con Switcho risparmi su luce e gas in pochi clic!

Come impostare la caldaia per risparmiare? Guida pratica per settarla al meglio

risparmia sulle bollette

Rendere la tua casa calda ed accogliente quando arrivano l’autunno e l’inverno può risultare particolarmente dispendioso. Il mantenimento di una temperatura ottimale, nei mesi invernali, può portare a rincari sulla tua bolletta, ma non disperare: esistono vari trucchi per impostare al meglio la tua caldaia e ottimizzare il funzionamento dell’impianto di riscaldamento.

Ecco 5 consigli su come impostare la caldaia per risparmiare:

  1. In caso di termosifoni tradizionali, impostare la temperatura della caldaia a 60 – 70 °C, per impianti radianti a 25 – 35 °C
  2. Mantenere la caldaia in perfetto stato
  3. Programmare pulizie ed ispezioni con cadenza annuale
  4. Affidarsi a personale qualificato per la manutenzione
  5. Considerare la sostituzione di un impianto antiquato con un sistema ad alta efficienza

Vuoi scoprire quali sono le soluzioni per risparmiare sulla bolletta del gas? Prosegui con la lettura dell’articolo! Se, dopo aver provato ad impostare la caldaia come ti abbiamo suggerito, la tua bolletta continua ad essere troppo alta, ti consigliamo di valutare il cambio fornitore luce e gas con noi di Switcho 😁

Indice

Come impostare termosifoni e caldaia per un maggior risparmio

La corretta impostazione della caldaia è sicuramente il primo accorgimento per risparmiare sul riscaldamento della tua casa. Ma lo sapevi che la regolazione della temperatura dipende dalla tipologia di caldaia?

Se riscaldi la tua casa con termosifoni tradizionali, la temperatura ideale dell’impianto di riscaldamento è compresa tra i 60°C e i 70°C.
Se, invece, hai un impianto radiante (quindi, a pavimento o soffitto), la temperatura ideale è compresa tra i 25 e i 35 °C.

Queste accortezze ti permettono di ottimizzare le prestazioni della caldaia: non dovrà lavorare a pieno regime per riscaldare l’acqua che entra in circolo nel sistema. Al contempo, questa soluzione garantisce un tepore ottimale nella stanza in cui è posizionato il calorifero in funzione.

Se hai la possibilità di effettuare un intervento più dispendioso, il consiglio è di optare per l’installazione di una caldaia a condensazione, la quale assicura un maggiore risparmio economico ed energetico. Si tratta di una caldaia innovativa, in grado di autoregolarsi a seconda delle temperature esterne. Questo strumento è studiato per ottimizzare i consumi. Se abbini una caldaia a condensazione con un uso intelligente del sistema di riscaldamento, la bolletta a fine mese non sarà più un incubo!

Il risparmio energetico non si ferma con l’impostare correttamente la caldaia, ma continua con il giusto utilizzo e settaggio degli altri elementi del tuo sistema di riscaldamento.

Il ruolo del termostato nel sistema di riscaldamento

Tra i vari strumenti utili per risparmiare e mantenere una temperatura piacevole in casa, c’è sicuramente il termostato, un dispositivo collegato all’impianto che permette di controllare la temperatura in modo centralizzato. Infatti, tu devi solo impostare la temperatura che l’ambiente deve raggiungere, e questo strumento gestirà autonomamente l’accensione e lo spegnimento della caldaia, per mantenere costante la temperatura.

Se hai un sistema di riscaldamento autonomo, la termoregolamentazione può rappresentare un valido aiuto per efficientare al massimo l’uso della tua caldaia.

Disporre di un sistema che regola accuratamente il riscaldamento è fondamentale poiché anche l’aumento di un solo grado può fare salire i consumi del 5-10%.

 Un’altro strumento utile, più sofisticato del classico termostato, è il cronotermostato, che permette di attivare la caldaia in orari prestabiliti.

Sapere come impostare il termostato per risparmiare è utile per due motivi:

●  non sprecare denaro;

●  avere una temperatura ambiente corretta per il benessere di tutta la famiglia.La temperatura ottimale è di circa 19-20 gradi. Questa temperatura, infatti, non solo permette di risparmiare significativamente sui consumi, ma evita sbalzi termici eccessivi rispetto all’esterno.

Come impostare le valvole termostatiche

Le valvole termostatiche sono un prezioso alleato per aiutarti a risparmiare, anche senza l’impiego di termostati avanzati o l’installazione di un cronotermostato.

Le valvole termostatiche sono dispositivi installabili sui termosifoni per agevolare il controllo della temperatura corrente e regolarla in base alle esigenze del momento.

Questo strumento è composto da una valvola autoregolante ed un termostato: quest’ultimo registra la temperatura ambientale e la valvola regola il flusso di acqua calda nei termosifoni.
Il corretto uso delle valvole termostatiche permette un risparmio in bolletta compreso tra il 10% e il 30% dei consumi. Infatti, con questi strumenti, puoi regolare la temperatura della stanza in base alla sua destinazione d’uso: per esempio, più alta in bagno, per avere un maggiore comfort, e più bassa in cucina, dove la temperatura è generalmente più alta, grazie a forno e fornelli. Nella seguente tabella puoi scoprire a che valore impostare le tue valvole, per raggiungere la temperatura desiderata:

POSIZIONETEMPERATURA
Posizione 1Circa 14° C
Posizione 2Circa 18° C
Posizione 3Circa 20° C
Posizione 4Circa 22° C
Posizione 5Circa 24° C


💡 Un’ultima nota: l’installazione e la configurazione delle valvole termostatiche è obbligatoria dal 2017 nei condomini con sistemi di riscaldamento centralizzato per contabilizzare il calore ed efficientare la spesa energetica.

Un’altra tecnica per risparmiare: regolare la temperatura dell’acqua sanitaria

Le caldaie autonome lavorano anche per la fornitura dell’acqua calda sanitaria. Se affidi anche questa seconda funzionalità alla tua caldaia, ti suggeriamo di configurarne attentamente la temperatura. Sia per il bagno che per la cucina non è necessaria una temperatura molto elevata. Piuttosto, è preferibile mantenere una gradazione media che, di norma, si aggira intorno ai 45-55 gradi, variabili a seconda delle esigenze.

Tanti piccoli accorgimenti incidono positivamente sul risparmio energetico: se, in fase di regolazione caldaia, imposti l’acqua ad una temperatura di 45 gradi, puoi risparmiare fino al 5% sui consumi energetici. Questo rappresenta un piccolo guadagno dal punto di vista economico, ma sommato ad altre accortezze può portare risultati sorprendenti.

Come impostare la caldaia per risparmiare: attenzione alla manutenzione

La regolazione della caldaia non è l’unico fattore che incide sui tuoi consumi e, quindi, sulle tue bollette: il suo funzionamento ottimale è garantito anche da una corretta manutenzione! Per il bene della tua caldaia e del tuo portafoglio, segui questi due semplici consigli:

●  accertati che la manutenzione avvenga almeno 1 volta all’anno;

●  affidati ad esperti del settore.

Le ragioni per cui è bene tu inserisca in calendario un appuntamento a cadenza annuale con il tecnico della caldaia sono tre:

  1. La prevenzione guasti: un intervento di manutenzione ordinaria non comprende solo la semplice pulizia dell’impianto, ma il controllo di tutti i componenti fondamentali per il corretto funzionamento. Affidarsi ad un tecnico esperto è la soluzione ideale per prevenire guasti dovuti alla cattiva manutenzione, che comporterebbero spese aggiuntive.
  2. L’aumento della durata media della caldaia: non tutti sanno che una caldaia sottoposta a manutenzione ordinaria può funzionare anche 20 anni, garantendo prestazioni elevate. Ti consigliamo di fare un buon investimento già in partenza, al momento dell’acquisto. Una caldaia di qualità è una spesa non indifferente, ma i componenti al suo interno, se adeguatamente puliti e revisionati, possono avere una lunga durata. Ciò ti consente di ottimizzarne il funzionamento e di ottenere un risparmio energetico ed economico duraturo.
  3. Il risparmio energetico: una cura approfondita della tua caldaia porta ad un miglior rendimento, poiché permette allo scambiatore di calore di agire indisturbato nello scambio termico, andando a confluire direttamente nella canna fumaria. Questo comporta prestazioni energetiche migliori ed un risparmio in bolletta.

Oltre ai motivi descritti finora, vorremmo aggiungerne un quarto altrettanto importante: la manutenzione ordinaria della caldaia ne riduce l’impatto ambientale. La caldaia, infatti, non funziona solo in inverno, ma durante tutto l’anno. Pertanto, se il combustibile dell’impianto non brucia correttamente, emette fumi inquinanti che compromettono la qualità dell’aria.
Hai seguito con attenzione la guida che ti abbiamo fornito su come impostare la caldaia per risparmiare, ma la bolletta a fine mese continua ad essere da capogiro? Nulla ti vieta di cambiare fornitore del gas per attivare una tariffa più conveniente rispetto a quella attuale. Ricordati che con noi di Switcho puoi trovare le le offerte luce e gas più vantaggiose e attivare quella più in linea rispetto alle tue esigenze. La parte migliore? Pensiamo noi a tutta la burocrazia 😎

Fonti:

Regolazione in materia di obblighi di fornitura e installazione di sistemi di misura nel settore del teleriscaldamento e del teleraffrescamento | ARERA

https://www.arera.it/allegati/docs/16/252-16.pdf

Decreto Milleproroghe 2017 | Gazzetta Ufficiale

​​https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2017/02/28/49/so/14/sg/pdf 

Guida per l’esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici | Ministero dello Sviluppo Economico https://www.mise.gov.it/images/stories/pubblicazioni/Guida_impianti_termici.pdf

Ti potrebbe piacere anche

risparmia con switcho