Bollette alle stelle?

tariffe luce e gas

Con Switcho risparmi su luce e gas in pochi clic!

✔️ Offerte personalizzate
✔️ Senza burocrazia
💡 Gratuito e digitale

Cosa sono le fasce orarie energia elettrica F1-F2-F3?

risparmia sulle bollette con switcho

Le fasce orarie (F1, F2 e F3) sono uno dei concetti chiave quando si parla di offerte per l’energia elettrica: il prezzo della materia prima potrebbe cambiare a seconda dell’orario in cui la utilizzi e questo potrebbe permetterti di ottenere un risparmio notevole sulla bolletta della luce.

Prima di vedere le fasce orarie (F1, F2, F3) della luce nel dettaglio, facciamo un breve riassunto:

  • Non tutte le offerte permettono di risparmiare a seconda dell’orario in cui usiamo l’energia elettrica;
  • Per capire quali offerte siano più convenienti bisogna partire dall’analisi dei consumi annui in bolletta.
  • Se lo dovessi trovare troppo complicato, puoi caricare la bolletta su Switcho per ottenere un’analisi personalizzata dei tuoi consumi. Se scegli di attivare una nuova offerta fai tutto online in pochi clic, mentre alla burocrazia pensiamo noi 😉
risparmia sulle bollette con switcho

Indice:

Fasce orarie luce: cosa sono e a cosa servono

Le fasce orarie dell’energia elettrica indicano dei periodi di tempo in cui il costo della materia prima varia: la luce costerà di più durante la settimana (dal lunedì al venerdì) e di meno durante la notte e nel weekend.

Differenziare i consumi nelle fasce orarie può essere molto utile per ottimizzare i costi: infatti, ti basterà programmare l’utilizzo di alcuni elettrodomestici (come la lavatrice) durante la sera o il weekend per risparmiare un bel po’ sulla tua bolletta – pur consumando la stessa quantità di energia!

È importante notare che le fasce orarie riguardano solamente le offerte luce: per le offerte gas, il costo della materia prima non cambia a seconda dell’orario di utilizzo, ma rimane sempre costante.

Cosa significano F0, F1, F2, F3 e F23 nelle fasce orarie dell’energia elettrica?

Se stai cercando offerte per l’energia elettrica è probabile che tu abbia già visto tutte queste sigle, ma cosa significano?

Qui trovi la tabella con gli orari delle fasce per l’energia elettrica (F1, F2 e F3) 👇

Fasce orarie per la fornitura di energia elettrica

F1, F2 e F3 indicano le tre fasce orarie in cui, generalmente, la settimana viene divisa dai fornitori luce. Come vedi, queste tre fasce coprono i seguenti orari:

  1. Fascia F1 (ore di punta): 8-19 dal lunedì al venerdì;
  2. Fascia F2 (ore intermedie): 7-8 e 19-23 dal lunedì al venerdì e 7-23 il sabato;
  3. Fascia F3 (ore fuori punta): 23-7 dal lunedì al sabato e tutte le ore di domenica e dei giorni festivi.

Queste sigle indicano le fasce orarie che sono disponibili per la tua offerta:

  • Se l’offerta è monoraria (cioè, con una sola fascia oraria): il costo dell’energia sarà sempre lo stesso, perché verrà applicata solamente la fascia F0 (che copre ogni giorno tutti gli orari);
  • Se l’offerta è multioraria (cioè con più fasce orarie): vengono applicate le fasce F1, F2 e F3;
  • Se l’offerta è bioraria (con due fasce orarie): si applicano le fasce F1 e F23; in questo caso, la seconda e la terza fascia sono accorpate in una sola con lo stesso costo.

Tariffe monorarie: una sola fascia oraria per la luce

Le offerte a tariffa monoraria prevedono che il costo dell’energia non cambi in base all’orario o al giorno della settimana: queste offerte presentano una sola fascia oraria, detta F0, in cui il prezzo della materia prima rimane, appunto, invariato.

💡 Questo tipo di tariffa è ideale per chi tende ad utilizzare l’energia elettrica durante le ore diurne e nei giorni feriali.

In questo caso, attivare un’offerta a tariffa monoraria potrebbe risultare più conveniente rispetto alle tariffe biorarie (o multiorarie).

Tariffe biorarie: due fasce orarie per risparmiare sull’energia elettrica

Un’alternativa molto comune alle tariffe monorarie sono proprio quelle biorarie.

Abbiamo già detto che le fasce orarie sono tre (F1, F2, F3), ma spesso i fornitori offrono tariffe con due fasce: F1 e F23. In questo caso, le ultime due fasce (F2 e F3) sono accorpate insieme e il costo dell’energia è lo stesso per entrambe.

Vediamo in quali orari sono attive queste due fasce:

  • Fascia F1: dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19 (anche dette “ore piene”)
  • Fascia F23: dal lunedì al venerdì, dalle 19 alle 8 e tutte le ore del weekend (anche dette “ore vuote”).

Rispetto alle tariffe monorarie, quelle biorarie presentano, generalmente, un costo dell’energia più elevato durante la fascia F1 e più basso durante le fasce F2 e F3.

💡 Le tariffe biorarie sono ideali per chi vive l’ambiente domestico perlopiù la sera e nel weekend (magari perché al lavoro durante il giorno). In questo caso, infatti, scegliere un’offerta bioraria potrebbe permetterti di risparmiare molto in bolletta.

Nuova pratica switcho
Nuova pratica switcho

Tariffe multiorarie: quante fasce orarie esistono per l’energia?

Esiste un’ultima categoria di offerte luce: quelle con tariffa multioraria. Ma di cosa si tratta?

Questo tipo di tariffa prevede che il costo dell’energia cambi a seconda della singola fascia di utilizzo:

  • Fascia F1: è più costosa delle tariffe monorarie; va dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19;
  • Fascia F2: è leggermente più costosa delle tariffe biorarie; va dal lunedì al venerdì (7-8 e 19-23) e anche il sabato (7-23).
  • Fascia F3: l’energia è più economica se comparata a tariffe monorarie e biorarie.

Come puoi notare, le offerte a tariffa multioraria sono particolarmente vantaggiose per chi utilizza l’energia elettrica durante la fascia F3.

Questo tipo di tariffa è ideale per chi tende ad utilizzare l’energia elettrica durante la notte o nel weekend.

Potresti trovare questa tariffa particolarmente conveniente se, ad esempio, hai una seconda casa in cui vai solamente il weekend.

Esistono altri casi in cui questa tariffa potrebbe essere conveniente (ad esempio, se a casa hai un accumulatore), ma sono molto particolari e potrebbero variare da persona a persona. Per capire se questa tariffa è conveniente o no, dovrai necessariamente fare riferimento alla tua bolletta della luce 👇

Fasce orarie luce: come scegliere la tariffa per te

Se vuoi capire in quali fasce utilizzi l’energia elettrica, puoi leggere i valori della tua bolletta luce: all’interno della seconda pagina sono solitamente indicati i consumi per fascia oraria.

Ad esempio, qui puoi vedere i valori letti per le tre fasce orarie in una bolletta di Enel:

Bolletta luce Enel - consumi per fasce orarie

⚠️ Attenzione: quando leggi i valori dei tuoi consumi, ti consigliamo di fare riferimento ai consumi annui (se indicati), che garantiscono una maggiore precisione e attendibilità nel calcolo del risparmio.

Nel leggere questa bolletta, avrai notato che i consumi delle fasce F2 e F3 sono superiori a quelli della fascia F1. Potresti, quindi, pensare che in questo caso sia più conveniente una tariffa bioraria.

In realtà, però, non è detto: nonostante i consumi maggiori della seconda e della terza fascia, in alcune occasioni potrebbe comunque risultare più conveniente un’offerta monoraria.

In che senso? Quando confronti le offerte luce e gas devi fare attenzione anche ad altri elementi oltre ai tuoi consumi annui:

  • Costo della materia prima nelle fasce orarie: se un’offerta monoraria ha un prezzo inferiore (o leggermente superiore) ad un’altra offerta bioraria, potrebbe comunque essere più conveniente attivare quella monoraria; dipende dalla differenza tra i tuoi consumi nelle fasce orarie.
  • Costo fisso annuo: le offerte luce e gas presentano, di solito, un contributo fisso annuo, che può essere più alto o più basso a seconda del fornitore; un’offerta monoraria con un contributo fisso annuo più basso potrebbe risultare più conveniente di un’offerta bioraria.
  • Eventuali sconti: spesso accade che i fornitori prevedano degli sconti in bolletta, che possono impattare positivamente sull’importo da pagare.

Come vedi, confrontare molte offerte tra loro può richiedere tempo ed energie, ma è fondamentale per assicurarsi di trovare l’offerta più conveniente per i tuoi consumi.

Fortunatamente, puoi utilizzare Switcho: analizziamo i costi e i consumi della tua bolletta e li confrontiamo con le offerte di altri fornitori. Se scegli di cambiare, attivi l’offerta online in pochi clic, mentre noi pensiamo a tutta la burocrazia 😎

risparmia sulle bollette con switcho

Perché esistono le fasce orarie per l’elettricità?

Il prezzo dell’energia per i fornitori luce cambia a seconda del momento della giornata e della settimana in cui la acquistano: durante l’orario lavorativo c’è più richiesta, quindi il costo aumenta. Viceversa, la notte e nel weekend c’è generalmente una minore domanda e di conseguenza l’energia costa meno.

Attraverso le tariffe biorarie e multiorarie, i fornitori danno la possibilità ai propri clienti di risparmiare insieme a loro sull’acquisto dell’energia elettrica.

Se, però, i clienti con queste tariffe richiedono energia nelle ore di punta, allora il prezzo della materia prima si alza rispetto al prezzo che avresti con una tariffa monoraria.

⚡ Le tariffe biorarie e multiorarie premiano chi utilizza l’energia fuori dalle ore di punta.

Fasce orarie (F1, F2, F3) nel mercato libero e tutelato: le differenze

Abbiamo già visto che nel mercato libero i fornitori danno la possibilità di scegliere tra tariffe monorarie (una sola fascia F0), biorarie (due fasce, F1 e F23) o multiorarie (tre fasce, F1, F2 e F3).

Nel mercato tutelato, l’Autorità (ARERA) ha stabilito che ai clienti domestici dotati di un contatore:

  • Meccanico (vecchio modello): sarà sempre applicata la tariffa monoraria;
  • Elettronico (nuovi modelli): sarà sempre applicata la tariffa bioraria (fasce F1 e F23), a meno di una richiesta esplicita per passare alla tariffa monoraria.

Questa differenziazione è dovuta al fatto che i contatori elettronici della luce, grazie alla telelettura e alla telegestione, permettono al fornitore di conoscere i tuoi consumi da remoto divisi per fasce orarie.

💡 Se ti interessa saperne di più, puoi leggere la nostra guida sul contatore della luce.

❗ Ti ricordiamo che il mercato tutelato finirà nel 2024 (ad eccezione dei clienti vulnerabili) e ai suoi utenti verranno applicate delle tariffe meno vantaggiose di quelle disponibili sul mercato libero. Se vuoi approfondire l’argomento leggi la nostra guida sul passaggio dal mercato tutelato a quello libero.

Fasce orarie corrente elettrica: le domande più frequenti

Qual è la fascia oraria più economica per l’energia elettrica?

La fascia oraria più economica per l’energia è la fascia F3, che include:

  • Dal lunedì al sabato, dalle 23 di sera alle 7 del mattino;
  • Tutte le ore di domenica e dei giorni festivi.

Che differenza c’è tra le fasce orarie F2 e F3?

Le fasce F2 e F3 sono due fasce differenti, che coprono diversi momenti. Spesso, però, le puoi trovare accorpate in un’unica fascia F23. Vediamo quali orari coprono:

  • Fascia F2: le ore mattutine e serali dal lunedì al venerdì (7-8 e 19-23) e quelle diurne del sabato (7-23);
  • Fascia F3: tutte le ore notturne (23-7) e tutte le ore di domeniche e festivi.

Quando devo accendere la lavatrice per risparmiare con le fasce orarie della luce?

Leggi la tua bolletta della luce e controlla che tipo di tariffa hai attivato:

  • Tariffa monoraria: puoi accendere la lavatrice in qualsiasi momento, perché il costo sarà sempre lo stesso;
  • Tariffa bioraria (o multioraria): accendila dopo le 19 (o le 23) e assicurati che finisca entro le 8 del mattino (a meno che non sia weekend).

Cosa vuol dire ore vuote nella fascia oraria F23 (corrente elettrica)?

Se hai una tariffa bioraria potresti aver letto delle:

  • Ore piene (fascia oraria F1): indicano le ore di punta (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19), che hanno un prezzo dell’energia superiore;
  • Ore vuote (fascia oraria F23): indicano le ore non di punta (ore serali, notturne e tutte le ore del weekend), che hanno un prezzo dell’energia inferiore.

Che fascia oraria c’è di sabato per l’elettricità?

Di sabato saranno applicate le fasce F2 (dalle 7 alle 23) e F3 (in tutte le altre ore del giorno). Non viene applicata la fascia F1. Molti utenti domestici hanno una tariffa bioraria che accorpa le due fasce F2 e F3 in una sola fascia (F23) e garantisce sempre lo stesso prezzo, a qualsiasi ora del sabato.

Quali fasce ci sono per le tariffe biorarie?

Le tariffe biorarie prevedono l’applicazione di due fasce: la fascia F1 (dal lunedì al sabato, 8-19) e la fascia F23 (in tutte le altre ore della settimana). Utilizzare l’energia elettrica nella seconda fascia (F23) potrebbe permetterti di risparmiare sulla bolletta, a seconda dei tuoi consumi.

Tariffa monoraria: come funzionano le fasce orarie per la luce?

Con le tariffe monorarie, le fasce orarie per la luce si uniscono in un’unica fascia, detta F0. Questa fascia presenta sempre lo stesso costo per l’energia elettrica, a prescindere dall’orario in cui viene utilizzata.

Fonti

Fasce orarie (F1, F2, F3) per l’energia elettrica | Glossario ARERA
https://www.arera.it/bolletta/glossario-dei-termini/dettaglio/fasce-orarie

Tariffe luce monorarie e biorarie | Servizio Elettrico Nazionale
https://www.servizioelettriconazionale.it/it-IT/tariffe/uso-domestico/
Redi Vyshka

Redi Vyshka

COO e co-fondatore di Switcho, esperto nei campi della consulenza manageriale e della finanza aziendale, Redi ha contribuito nel 2019 alla progettazione e al lancio del primo servizio in Italia che, con pochi clic, consente di analizzare le proprie spese di casa e di trovare le opportunità personalizzate di risparmio, dimenticandosi la burocrazia. Dalla nascita di Switcho, Redi prende parte a numerosi eventi su startup e settore energetico, grazie alla sua competenza pluriennale nel mercato delle forniture di gas e luce e nelle soluzioni per ridurre i costi in bolletta. Leggi tutti i suoi articoli e seguilo su LinkedIn.
Aggiornato il 21 Dicembre 2023
Home » Luce e Gas » Contratti Energetici » Cosa sono le fasce orarie energia elettrica F1-F2-F3?

Ti potrebbe piacere anche

Articoli correlati

risparmia con switcho