Casa nuova?

cambio casa switcho

Alle tue utenze ci pensa Switcho!

✔️ Luce, gas, internet
✔️ Senza burocrazia
💡 Gratuito e digitale

Affitti brevi: vantaggi, tipologie e la figura del Property Manager

Attiva le tue utenze in pochi clic

I proprietari di casa che intendono affittare il loro immobile hanno a disposizione due strade: una è l’affitto tradizionale, che per molti anni è stato il modo più diffuso di mettere a reddito la seconda abitazione; l’altra, più recente e in forte crescita, è l’affitto breve.

L’affitto breve, definito come una locazione di durata inferiore rispetto all’affitto tradizionale, è diventato sempre più popolare grazie alla sharing economy e alle sue molteplici applicazioni. Quando si ha una seconda casa, spesso si decide di affittarla per poter ottenere un rendimento extra, dato che non si usufruisce dell’immobile. In questo modo un appartamento può anche trasformarsi in una struttura ricettiva, e quindi diventare un’importante fonte di reddito per i proprietari. Nel dettaglio, per struttura ricettiva si intende un immobile la cui funzione principale non è più l’uso abitativo ma diventa “accogliere” i viaggiatori. In questo caso si parla di casa vacanza.

cambia casa con switcho

Indice

I vantaggi degli affitti brevi

Gli affitti brevi sono sfruttati principalmente da turisti o persone che viaggiano per lavoro. Queste tipologie di ospite, infatti, usufruiscono della casa solo per un breve periodo e ciò permette al proprietario di evitare alcuni rischi legati all’affitto tradizionale.

I principali vantaggi per chi decide di affittare la sua abitazione di proprietà per brevi periodi sono i seguenti:

  • Rendimento: in destinazioni particolarmente attrattive per i turisti o per persone che viaggiano per lavoro, la soluzione dell’affitto breve permette di avere un rendimento maggiore rispetto all’affitto tradizionale.
  • Si evita il rischio di morosità: l’affittuario usufruisce della casa soltanto dopo un pagamento anticipato, motivo per cui non si ha il problema di inquilini morosi che invece si può presentare con l’affitto tradizionale.
  • Si può tornare in possesso dell’immobile più facilmente: gli affitti brevi presentano una maggiore flessibilità rispetto agli affitti tradizionali. C’è minore preavviso di disdetta e inoltre, essendo più brevi i soggiorni, c’è maggiore flessibilità sulla disponibilità dell’immobile. Inoltre, l’affitto breve non è soggetto alla lunga durata del processo di sfratto come quello tradizionale, motivo per cui sarà necessario il solo intervento della polizia nel caso in cui l’inquilino non avesse intenzione di liberare l’immobile.
  • Minore usura dell’immobile: i soggiorni brevi interessano il più delle volte turisti o lavoratori, che tenderanno a passare minor tempo dentro casa e a utilizzarla di meno. Inoltre, sarà più facile controllare il suo stato e assicurarsi che sia tutto a posto tra la permanenza di un inquilino e l’altro.

Tipologie di affitto breve

Una delle principali distinzioni nell’affitto breve riguarda le due sottocategorie predominanti: l’affitto turistico, che si limita a un massimo di 30 giorni, e l’affitto transitorio, che può estendersi fino a 18 mesi.

Queste forme di locazione soddisfano una vasta gamma di esigenze, dall’alloggio temporaneo per turisti fino all’accoglienza di lavoratori fuori sede, studenti e altre tipologie di utenti.

Un aspetto cruciale della gestione degli immobili per affitti brevi è la figura del Property Manager.

Il Property Manager

Il Property Manager sta accrescendo la propria popolarità in Italia nell’ultimo periodo. Il Property Management, infatti, si sta sviluppando grazie alla grande richiesta di case vacanza sul mercato, soprattutto da parte dei turisti, che sembrano prediligere questa modalità di soggiorno piuttosto che le tradizionali strutture ricettive.

Gli affitti brevi rappresentano quindi un trend positivo sul mercato, reso possibile proprio dalla figura del Property Manager, che gestisce le seconde case per conto di terze parti. Questi professionisti, come Wonderful Italy, dotati di competenze specifiche nel mercato immobiliare, nelle leggi sulle locazioni, nell’home staging e nella gestione operativa degli immobili, svolgono un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione del valore degli immobili e nell’assicurare un’esperienza soddisfacente agli ospiti.

I vantaggi di affidarsi a un Property Manager

  • Massimizzazione dei guadagni: un Property Manager esperto può aiutarti a ottenere il massimo rendimento dal tuo immobile, definendo il prezzo giusto e ottimizzando i tassi di occupazione.
  • Gestione efficiente: delega tutte le incombenze relative alla gestione della casa vacanza, come la comunicazione con gli ospiti, il check-in/check-out, le pulizie e la manutenzione.
  • Tranquillità e sicurezza: vivi senza pensieri, sapendo che la tua proprietà è in mani sicure e che gli ospiti sono ben curati.
  • Conformità alle normative: un Property Manager esperto è aggiornato su tutte le leggi e normative vigenti in materia di affitti brevi, garantendo una gestione legale e trasparente.

In sintesi, il mercato delle case vacanza e degli affitti brevi rappresenta un’opportunità significativa per i proprietari immobiliari italiani, consentendo loro di generare un ritorno sull’investimento fino al 7% e di coprire i costi anche quando gli immobili sono inutilizzati. Grazie alla gestione professionale e al rispetto delle normative vigenti, questo settore continua a prosperare, offrendo soluzioni abitative flessibili e di qualità agli ospiti e un’eccellente fonte di reddito ai proprietari.

Team Switcho

Team Switcho

Il team di Switcho seleziona per te le migliori tariffe del mercato, per offrirti proposte aggiornate e realmente imparziali su energia, internet, telefonia e assicurazioni. Prova il nostro servizio dedicato per trovare le offerte più convenienti in base alla tua situazione attuale!
Aggiornato il 17 Giugno 2024
Home » Cambio Casa » Affitti brevi: vantaggi, tipologie e la figura del Property Manager

Ti potrebbe piacere anche

risparmia con switcho