Cerchi un impianto fotovoltaico?

Calcola un preventivo personalizzato con i partner di Switcho!

✔️ Sconti esclusivi
✔️ Impianti chiavi in mano
💡 Garanzia minima 10 anni

Impianto fotovoltaico fai da te: si può fare davvero?

Scegli il tuo nuovo impianto fotovoltaico

Quando si sceglie di installare un impianto fotovoltaico, le opzioni possibili includono rivolgersi a professionisti del settore o realizzare un impianto fotovoltaico fai da te. Cosa sapere, in breve: 

  • Esiste la possibilità di realizzare un impianto fotovoltaico fai da te, scegliendo in autonomia i componenti o acquistando un kit fotovoltaico;
  • La realizzazione di un impianto fotovoltaico fai da te richiede forti competenze nel settore e la conoscenza dei fattori essenziali per selezionare le componenti che possono assicurare il massimo risultato ed efficienza;
  • Molte persone optano per questa soluzione nella speranza di risparmiare, ma spesso si finisce per sortire l’effetto opposto.

Se vuoi installare un impianto fotovoltaico con il supporto di professionisti qualificati, puoi dare un’occhiata alle offerte dei partner che abbiamo selezionato per te ☀️

Scegli il tuo nuovo impianto fotovoltaico

Indice

Cos’è un impianto fotovoltaico fai da te

I vantaggi di installare un impianto fotovoltaico sono ormai noti alla maggior parte delle persone. 

Questo sistema consente di risparmiare sulle spese legate all’energia di casa, riducendo la dipendenza dalla rete elettrica nazionale e l’impatto ambientale. 

La realizzazione di un impianto fotovoltaico richiede un investimento che può variare in base a diversi fattori. Uno di questi è la scelta tra l’affidarsi a un’azienda operante nel settore oppure optare per l’impianto fotovoltaico fai da te

In quest’ultimo caso, dovrà essere compiuta un’ulteriore scelta: 

  • Acquistare le diverse componenti dell’impianto fotovoltaico separatamente;
  • Acquistare un kit fotovoltaico fai da te che contiene tutte le componenti essenziali per la realizzazione di un sistema di questo tipo. 

Considera che è possibile anche acquistare un kit fotovoltaico con accumulo fai da te, il quale consente di conservare e immagazzinare l’energia non consumata per sfruttarla al momento del bisogno. 

⚠️ Attenzione, però, perché la scelta del kit fotovoltaico fai da te non va fatta con leggerezza. Bisogna scegliere kit che comprendono componenti di qualità ed effettuare le giuste valutazioni preliminari prima dell’acquisto. 

Le componenti necessarie per un impianto fotovoltaico fai da te

Ma quali sono le componenti essenziali di un impianto fotovoltaico fai da te? Le principali includono: 

  • I pannelli fotovoltaici: in commercio ne esistono di diversi tipi, realizzati in materiali differenti e di diverse dimensioni, per cui la scelta deve essere accurata e in linea con le proprie esigenze;
  • Inverter fotovoltaico: si tratta di un elemento fondamentale che permette di trasformare la corrente continua generata dai pannelli solari in corrente alternata che alimenta le nostre case;
  • Set di connettori: cavi, connettori e interruttori di sicurezza sono fondamentali per il collegamento all’impianto, ma anche per garantire l’efficienza e la sicurezza del sistema;
  • Batterie di accumulo: non si tratta di un elemento essenziale, ma installare una batteria di accumulo permette di beneficiare di maggiori vantaggi, sempre se scelta in base alle proprie esigenze energetiche. 

❗ In genere nei kit per impianto fotovoltaico sono presenti la maggior parte di queste componenti. Tuttavia, non c’è un’ampia gamma di scelta e non è detto che i materiali siano di alta qualità. 

Come realizzare un impianto fotovoltaico fai da te

Costruire un impianto fotovoltaico fai da te non è impossibile, ma è molto impegnativo. È per questo motivo che si consiglia questa opzione solo quando si hanno competenze e conoscenze approfondite sugli impianti fotovoltaici. 

La realizzazione, infatti, parte dalla valutazione di una serie di fattori. Analizziamo quelli più importanti. 

Scegliere la dimensione dei pannelli fotovoltaici

La scelta della qualità, dei materiali e delle dimensioni dei pannelli fotovoltaici non è semplice. Chi si cimenta per la prima volta in questa impresa, dunque, potrebbe trovare ostacoli già in questa prima fase. 

Prima di procedere con l’acquisto, bisognerà porsi una serie di domande, per esempio qual è lo spazio in cui verranno installati, quanta energia si ha intenzione di produrre con l’impianto, qual è la potenza: si tratta di un impianto fotovoltaico da 3 kW fai da te, da 6 kW o più?

Rispondere a queste domande permetterà di capire cosa acquistare e in quali quantità. 

Installare le strutture e i pannelli fotovoltaici

Di norma, i kit fotovoltaico fai da te contengono le istruzioni necessarie all’installazione della struttura di montaggio e dei pannelli. Oltre a essere fissati saldamente, è necessario anche orientarli in modo corretto. 

In questa fase, qualsiasi tipo di errore può compromettere l’efficienza dell’impianto, nonché la sicurezza. Per questo motivo, è sempre consigliabile leggere e seguire con attenzione le istruzioni. 

Installare l’inverter

Una volta installati i pannelli, arriva il momento di installare l’inverter, il quale andrà collegato ai pannelli e al sistema elettrico. In questa fase bisognerà assicurarsi di rispettare tutte le normative di sicurezza e di installare dispositivi di protezione. 

Dopo aver installato l’inverter è possibile aggiungere anche le batterie di accumulo, quando previste. 

Verifica e manutenzione  

Dopo aver collegato l’impianto alla rete elettrica, si potrà verificare che l’impianto funzioni correttamente eseguendo test di funzionamento e sicurezza – meglio se si prevede anche un sistema di monitoraggio. Inoltre, è necessario prevedere interventi regolari di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Quanto costa realizzare un impianto fotovoltaico fai da te

Quando si parla di impianto fotovoltaico fai da te, spesso si pensa a una grande opportunità di risparmio. 

Dire che realizzare un impianto in autonomia sia più conveniente rispetto a delegare queste operazioni a esperti del settore, però, non è del tutto corretto. Questo, per prima cosa, a causa dei prezzi delle diverse componenti

I costi possono variare sensibilmente in base a materiali, qualità e dimensioni. Solo per darti un’idea dei prezzi, vediamo il costo medio delle singole componenti

Pannelli fotovoltaici2.500-3.000€ per kW installato
InverterDa 200€ a oltre 1.000€ in base alla potenza
Batterie di accumuloDa 500€ a 1.000€
Struttura di montaggioDa 70€ a 300€

I kit fotovoltaico, invece, hanno prezzi che partono dai 1.000 euro e arrivano anche a superare i 6.000 euro. Questo dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione dell’impianto, la potenza o la qualità dei materiali. 

L’investimento, dunque, non è irrisorio nemmeno quando si decide di operare in autonomia. 

Vantaggi e svantaggi di realizzare un impianto fotovoltaico fai da te

Appassionati di energie rinnovabili e persone desiderose di sperimentare un progetto di auto-costruzione per risparmiare sui costi di installazione o per soddisfare esigenze specifiche trarranno senz’altro dei benefici dalla costruzione di un impianto fotovoltaico fai da te. 

Se mancano tali competenze, però, questa decisione potrebbe non essere la più adatta. Questo, per diversi motivi: 

  • Normative e autorizzazioni: la corretta installazione di un impianto fotovoltaico richiede la conformità alle normative locali e alle regolamentazioni edilizie che, se non rispettate, possono esporre al rischio di sanzioni o problemi legali;
  • Qualità e garanzia: affidandosi a professionisti qualificati, si ha la garanzia che l’installazione sia eseguita correttamente e che siano utilizzati materiali di alta qualità. Inoltre, i professionisti offrono spesso garanzie sui lavori eseguiti, offrendo maggiore tranquillità e protezione per l’investimento;
  • Efficienza e ottimizzazione: gli installatori professionisti hanno competenze specifiche per ottimizzare l’efficienza dell’impianto, posizionando i pannelli solari in modo ottimale e utilizzando le migliori pratiche di installazione. La valutazione preventiva delle esigenze di consumo e delle caratteristiche dello spazio, effettuata da professionisti, massimizza la produzione di energia e ottimizza il rendimento dell’investimento nel lungo termine;
  • Tempo e complessità: l’installazione di un impianto fotovoltaico richiede tempo, pianificazione e competenze specifiche. Affidarsi a professionisti qualificati consente di risparmiare tempo e ridurre lo stress associato alla gestione di un progetto così complesso.

Impianto fotovoltaico fai da te o con professionisti: cosa scegliere

Come abbiamo visto, realizzare un impianto fotovoltaico fai da te è possibile, ma solo in alcuni casi. 

Tuttavia, la motivazione più frequente alla base del desiderio di procedere in autonomia è quella del risparmio. Come abbiamo visto, però, anche installare un impianto fotovoltaico fai da te richiede cifre ingenti, ma senza la garanzia di poter recuperare l’investimento. 

Se l’impianto non è stato installato correttamente, oltre al rischio di incorrere in sanzioni, si concretizza anche quello di non ottenere i risultati sperati. Ciò significa anche non vedere un risparmio tangibile in bolletta e, dunque, dover spendere altre somme per riparare i danni. 

Quando non si hanno le competenze o le conoscenze giuste – anche in termini di sicurezza e normative – è sempre conveniente affidarsi a un’azienda che si occupa della realizzazione di impianti fotovoltaici. 

I tecnici si occuperanno di tutte le fasi di costruzione. Per prima cosa, porranno diverse domande per comprendere le esigenze e il fabbisogno energetico. In secondo luogo, valuteranno le soluzioni migliori in base allo spazio a disposizione, consigliando anche diversi modi per risparmiare sul costo complessivo. 

💡 Stai valutando l’installazione di un impianto fotovoltaico per casa tua? Ti aiutiamo noi di Switcho a scegliere il partner e l’offerta più conveniente: scopri quelle che abbiamo selezionato per te.

Redi Vyshka

Redi Vyshka

COO e co-fondatore di Switcho, esperto nei campi della consulenza manageriale e della finanza aziendale, Redi ha contribuito nel 2019 alla progettazione e al lancio del primo servizio in Italia che, con pochi clic, consente di analizzare le proprie spese di casa e di trovare le opportunità personalizzate di risparmio, dimenticandosi la burocrazia. Dalla nascita di Switcho, Redi prende parte a numerosi eventi su startup e settore energetico, grazie alla sua competenza pluriennale nel mercato delle forniture di gas e luce e nelle soluzioni per ridurre i costi in bolletta. Leggi tutti i suoi articoli e seguilo su LinkedIn.
Aggiornato il 17 Maggio 2024
Home » Luce e Gas » Fotovoltaico » Impianto fotovoltaico fai da te: si può fare davvero?

Ti potrebbe piacere anche

Articoli correlati

risparmia con switcho