Tariffa mobile troppo alta?

tariffe mobile

Abbassala con Switcho senza stress!

Cambio operatore telefonico mobile: procedura, tempi e costi

offerte sim mobile

Il cambio di operatore telefonico mobile è un processo molto semplice. Ti bastano pochi giorni per passare a un gestore più conveniente o per migliorare la tua copertura internet

In questa guida scoprirai tutti i dettagli relativi a costi, tempi e passaggi da fare. Insieme a qualche utile consiglio per risparmiare 😀

Passaggio a un altro operatore telefonico cellulare, in breve:

✅ Grazie alla portabilità puoi mantenere il tuo numero e portare il credito residuo sulla nuova SIM

✅ Generalmente non ci sono costi di uscita ma possono esserci dei costi di attivazione della nuova SIM

✅ Per risparmiare puoi comparare online le tariffe più convenienti e con più GB 

Indice:

Come si cambia operatore telefonico?

Partiamo con qualche informazione utile sul cambio di operatore telefonico mobile.

Per effettuare il passaggio devi solo scegliere il tuo nuovo gestore e l’offerta che preferisci. Una volta attivata la nuova tariffa, sarà il nuovo gestore (detto in gergo “ricevente”) a comunicare il passaggio al vecchio fornitore (o cedente).

Non dovrai quindi dare disdetta al vecchio fornitore.

Inoltre sappi che è possibile – e anche piuttosto semplice – cambiare operatore telefonico senza cambiare numero. Si parla infatti di MNP (mobile number portability), o più semplicemente “portabilità del numero”. Insieme al numero, puoi anche trasferire l’eventuale credito residuo presente sulla tua SIM.

I tempi sono molto rapidi: bastano generalmente un paio di giorni per il passaggio e qualche giorno in più per il trasferimento del credito. I costi dipendono invece dalla tua tariffa di partenza (per gli abbonamenti con vincoli temporali potrebbero esserci delle penali) e dalla nuova offerta che hai scelto di attivare.

Come scegliere il nuovo operatore mobile?

I gestori di telefonia mobile in Italia sono numerosi. Negli ultimi anni il mercato si è molto vivacizzato, complice l’ingresso di vari operatori low cost. 

Il tuo nuovo gestore potrebbe essere uno tra i più storici, come Vodafone, TIM, WindTre. Questi ultimi, insieme anche ad Iliad e Fastweb, sono tutti fornitori “standard”, cioè possiedono la propria rete telefonica o propri ripetitori. Per questo motivo, generalmente hanno tariffe maggiori.

Oppure potresti selezionare un fornitore virtuale (MVNO) che si appoggia all’infrastruttura di un gestore standard. Gli operatori virtuali sono solitamente più economici e hanno performance pari agli altri poiché si basano sulla stessa tecnologia.

Ecco con che rete viaggiano i più diffusi operatori virtuali:

OPERATORE VIRTUALEINFRASTRUTTURA SU CUI SI APPOGGIA
ho.Vodafone
Kena MobileTIM
PosteMobileVodafone
SpusuWindTre
Very MobileWindTre
Tiscali MobileTIM
CoopVoceTIM
FastwebWindTre

Con Switcho trovi le tariffe più adatte a te e cambi operatore mobile in pochi minuti 😀

Attivare una nuova offerta mobile con portabilità

Una volta trovata la tariffa migliore, la puoi attivare in vari modi.

Cambio operatore telefonico mobile online

Se ami essere 100% digitale, l’attivazione online fa al caso tuo. Switcho ti aiuta comparando le tariffe più convenienti per te in base al tuo operatore di partenza e, per alcuni gestori, facendo lo switch al posto tuo 😎

compara tariffe mobile switcho

Se invece hai già scelto l’offerta ideale per te e vuoi procedere in autonomia, ecco come fare:

1️⃣ Vai sul sito del fornitore che hai scelto e inizia la procedura;

2️⃣ Inserisci i dati richiesti;

3️⃣ A questo punto attendi qualche giorno per ricevere la SIM a casa via posta o corriere;

4️⃣ Attiva la nuova SIM seguendo le istruzioni fornite dal fornitore;

5️⃣ Entro uno o due giorni lavorativi la nuova SIM sarà attiva, dovrai semplicemente sostituire la SIM vecchia con quella nuova sul tuo smartphone e iniziare ad usare la tua offerta.

Queste sono le informazioni che dovrai fornire per poter completare la procedura di attivazione online con portabilità del numero:

  • Dati personali: nome, cognome, codice fiscale, email, residenza e data di nascita
  • Scelta tra SIM in abbonamento o ricaricabile
  • Il tuo attuale operatore e numero di telefono
  • Il tuo documento d’identità o altro documento identificativo, come patente o passaporto
  • Il numero seriale della tua SIM (ICCID), che è scritto sulla SIM stessa o reperibile nelle impostazioni dello smartphone
dove trovare codice iccid

Inoltre è necessario anche effettuare la cosiddetta “identificazione”: questo processo può avvenire via video (prima o durante l’attivazione) oppure può essere effettuata dal corriere quando consegna la SIM, a seconda delle policy di ogni gestore.

Cambiare gestore telefonico in negozio

Un altro modo semplice per cambiare gestore telefonico mobile è recarsi direttamente in negozio o presso uno stand o un totem.

Qui avrai il supporto di un operatore che ti guiderà nella pratica. Ricorda di portare con te:

  • Un documento valido
  • Codice fiscale
  • La tua SIM attuale

Se opti per questa soluzione, non dovrai attendere il tempo di consegna della nuova SIM poiché ti sarà consegnata direttamente dopo la sottoscrizione. Occhio, però: non tutti gli operatori hanno negozi o stand facilmente raggiungibili, quindi in questi casi l’attivazione online potrebbe essere l’unica alternativa per accaparrarsi l’offerta più conveniente.

Tempi di cambio gestore telefonico cellulare

L’Autorità che definisce tempi e standard nell’ambito degli operatori mobile è l’AGCOM. In particolare sull’apposita pagina del sito è spiegata la divisione tra:

  • Periodo di attivazione: il periodo che inizia con la richiesta della prestazione di portabilità da parte del cliente e termina con l’attivazione della prestazione.
  • Periodo di realizzazione: il periodo che inizia con l’invio della richiesta di portabilità da parte dell’operatore ricevente e termina con l’attivazione della prestazione.

Il regolamento contenuto nella delibera n. 147/11/CIR porta entrambi i periodi a un massimo di un giorno lavorativo, tuttavia capita che questa soglia venga superata arrivando a due giorni.

In caso di attivazione avvenuta con un ritardo superiore ai due giorni lavorativi, sono previsti degli indennizzi a partire da 2.50 € per ogni giorno di ritardo.

Se decidi di attivare la promozione mobile online, alla tempistica di attivazione va a sommarsi il tempo di spedizione della SIM, che varia in base ai fornitori. In alcuni casi potrebbero essere sufficienti 2 o 3 giorni, in altri si potrebbe arrivare anche a 7-8 giorni.

tempi cambio operatore mobile

Quanto costa cambiare operatore telefonico mobile?

Quando si cambia gestore di telefonia occorre fare attenzione a due spese:

1️⃣ I costi di uscita o le penali del vecchio fornitore

2️⃣ I costi di attivazione o di acquisto SIM del nuovo fornitore

COSTI DI USCITA

Per quanto riguarda i primi, sono solitamente pari a zero nel caso di SIM ricaricabili, ovvero quelle che concretamente si ricaricano e su cui viene attivata una promozione. Situazione più delicata è quella delle SIM con abbonamento perché hanno generalmente una durata di TOT mesi.

In linea di massima, i casi in cui si pagano dei costi di uscita sono 3:

1️⃣ Abbonamento rescisso in anticipo → potrebbe essere richiesto il saldo di tutte le rate rimanenti alla fine naturale del contratto;

2️⃣ Contratto che include lo smartphone pagato a rate → potrebbe essere richiesto il saldo di tutte le rate rimanenti così da riscattare il device;

3️⃣ Offerte ricaricabili con un vincolo di permanenza → è il caso particolare di offerte in cui viene richiesto di rimanere con lo stesso gestore per un certo numero di mesi, in cambio di uno sconto in fase di attivazione o dell’attivazione gratuita. In questo caso potrebbe essere richiesto di pagare l’attivazione che non si è pagata in fase di stipula.

COSTI DI ATTIVAZIONE

Per attivare una nuova promozione mobile è generalmente richiesto di pagare:

  • La nuova SIM, che talvolta però è gratuita
  • Un costo di attivazione, anch’esso a volte gratuito
  • La prima ricarica per poter usufruire dell’offerta scelta

Tutti i fornitori applicano prezzi diversi, ma possiamo dire che il range va dai 5€ ai 20€.

Se attivi la SIM online il pagamento può avvenire generalmente con addebito diretto sul conto corrente (SDD) oppure con carta di credito o PayPal.

Domande frequenti sul cambio operatore mobile

COME CAMBIARE FORNITORE E RISPARMIARE?

1️⃣ Scegli un’offerta davvero adatta a te: inutile avere Giga che non userai mai;

2️⃣ Valuta i fornitori virtuali, che solitamente hanno costi più bassi;

3️⃣ Confronta le tariffe online per non perderti nessuna offerta;

4️⃣ Fai attenzione alle offerte dedicate a chi parte dal tuo stesso operatore: si tratta di una tecnica chiamata “operator attack” che alcuni fornitori mettono in pratica per sottrarre clienti alla concorrenza. Queste offerte sono generalmente molto convenienti.

COME CAMBIARE OPERATORE MANTENENDO LO STESSO NUMERO?

Chiedendo la portabilità del numero e del credito residuo. Per farlo, durante il passaggio al nuovo operatore, devi comunicare il tuo fornitore di partenza e il numero seriale della tua SIM (ICCID). Dopo alcuni giorni il processo sarà completo: la vecchia SIM smetterà di funzionare e potrai iniziare a utilizzare la nuova SIM con il tuo solito numero di cellulare.

COME CAMBIARE OPERATORE TELEFONICO MOBILE ONLINE? 

Con Switcho: inserisci il tuo operatore e la tua tariffa di partenza, scopri le offerte più conveniente e con più GIGA, e attivi:

  1. Direttamente sull’app o sul sito Switcho (della burocrazia ci occupiamo noi!)
  2. Dal sito del fornitore: segui il link e inserisci i dati richiesti 

In entrambi i casi, ricevi la SIM comodamente a casa e puoi attivarla seguendo le istruzioni che riceverai. Dopo qualche giorno il processo sarà completo.

QUANDO SI CAMBIA GESTORE TELEFONICO SI PAGA LA MIGRAZIONE? 

No, Legge Bersani del 2007 ha vietato le penali per cambiare fornitore. A differenza di quanto accade per la linea fissa, dove la migrazione comporta solitamente il pagamento di una cifra pari a qualche decina di euro, per la linea mobile la maggior parte delle volte non ci sono costi.

Tuttavia dipende dal tuo contratto: se hai sottoscritto un abbonamento che ti vincola per un certo numero di mesi, recedere prima potrebbe comportare costi. Nel caso tu abbia preso lo smartphone a rate dal tuo fornitore, per cambiare operatore dovrai prima pagare le rate rimanenti. 

QUANDO CAMBIO OPERATORE DEVO DISATTIVARE LE PROMOZIONI?

No, il processo è molto semplice per il cliente perché non serve dare disdetta al vecchio operatore né disattivare la promozione in corso. Infatti è il nuovo gestore a comunicare il cambio al vecchio gestore: tu non dovrai pensare a nulla.

Fonti:

AGCOM – tempi per la portabilità del numero mobile

https://www.agcom.it/procedura-trattamento-dei-dati-e-tempi-per-la-portabilita-del-numero-mobile

Delibera n. 147/11/CIR

https://www.agcom.it/visualizza-documento/48b1ed48-75dc-4362-9e43-e9ef6cf42230

Ti potrebbe piacere anche

risparmia con switcho