Modem libero: cos’è e tutti i vantaggi

modem libero

13 Gen 2022

Team Switcho

Se hai avuto internet a casa prima del 2018, sicuramente ricordi che in ogni offerta era incluso obbligatoriamente il modem del provider scelto. Però forse non sai che a seguito di una delibera di AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), oggi puoi scegliere il modem che più ti soddisfa, per tecnologia, potenza e prezzo. In questo articolo vedremo insieme cos’è un modem libero, quali sono i suoi vantaggi e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Modem libero, in breve:

AGCOM ha sancito che i fornitori non possono imporre ai propri clienti l’utilizzo di apparecchiature specifiche

✅ I clienti sono liberi di scegliere il modem che più li soddisfa per tecnologia, potenza e prezzo

✅ Le disposizioni valgono anche per i clienti che hanno attivato i servizi prima della delibera

Indice

Cos’è un modem libero e perché sceglierlo?

Con “modem libero” si intende un modem diverso da quello fornito dal tuo provider di connessione ad Internet. La libertà di scelta è data sia ai privati che alle aziende. 

Chiunque, quindi, può scegliere liberamente le apparecchiature per collegarsi alla rete internet e nessuno è più tenuto a pagare costi aggiuntivi per l’acquisto o il comodato d’uso di un modem scelto dal provider.

Inoltre, la delibera impone ai provider l’obbligo di fornire assistenza tecnica per la configurazione del modem scelto, che però dovrà rispettare le caratteristiche tecniche necessarie per il corretto funzionamento della connessione.

È evidente che scegliere un modem indipendente dal fornitore ha vari vantaggi, tra i quali:

Libertà di scelta: puoi utilizzare router più o meno potenti in base alle dimensioni della tua abitazione, spesso con importanti risparmi.

Risparmio: con un modem di proprietà puoi pagare solo il dispositivo e non dovrai più coprire vari costi, come quelli per l’affitto del dispositivo e le imposte di servizio per l’uso dell’apparecchio.

Sicurezza: gli aggiornamenti di un modem acquistato dal produttore vengono eseguiti direttamente da quest’ultimo con la giusta frequenza. Questo spesso ha conseguenze positive sulla sicurezza dei dispositivi.

Assenza di vincoli contrattuali: con un modem di proprietà non avrai vincoli legati al comodato d’uso.

Delibera AGCOM modem libero: diritti del consumatore e obblighi del fornitore

D’accordo, giunti a questo punto avrai sicuramente capito che puoi scegliere il modem in totale autonomia. La libertà di scelta è possibile dal 2018, ovvero da quando l’AGCOM ha deliberato che:

Gli utenti finali hanno il diritto di utilizzare apparecchiature terminali di accesso ad Internet di loro scelta. Gli accordi tra i fornitori di servizi di accesso a Internet e gli utenti finali […] non limitano l’esercizio dei diritti degli utenti finali di utilizzare apparecchiature terminali di loro scelta.

AGICOM – Delibera n. 348/18/CONS, art. 1, comma 2.

Questo significa che non solo hai il diritto di utilizzare un modem diverso da quello fornito dal tuo provider, che spesso è legato a costi aggiuntivi in bolletta, ma implica anche che:

1️⃣ Nel caso di offerte con modem incluso, il provider deve specificare costi e condizioni d’uso dell’apparecchiatura e come avvengono installazione, manutenzione e collaudo;

2️⃣ Il provider deve fornire ai clienti tutti i parametri e le specifiche tecniche per permettere la configurazione in autonomia di un modem indipendente, senza spese aggiuntive o vincoli di tipo tecnico.

Inoltre, devi sapere che il Tar del Lazio ha stabilito che anche i “vecchi clienti” possono scegliere un modem alternativo, interrompendo quindi il pagamento dello strumento imposto dal fornitore. I clienti non dovranno fare altro che restituire il modem del provider e sostituirlo. Vogliamo sottolineare che la restituzione del modem è fondamentale, altrimenti il provider rimane in diritto di richiedere il pagamento totale dell’apparecchio.

Come si comportano i fornitori?

Nonostante la delibera di AGCOM e l’obbligo di fornire informazioni chiare e corrette, spesso capita che i fornitori non siano totalmente trasparenti nel comunicare agli utenti che possono scegliere un modem libero.

Ti suggeriamo quindi di leggere con molta attenzione il contratto, concentrandoti anche – e soprattutto – sulle clausole. Ricorda che tutte le offerte con modem incluso dei provider devono averne una corrispettiva senza modem, nella quale quindi non sono presenti i costi dei servizi aggiuntivi.

Infine, tieni ben a mente che non hai l’obbligo né di acquistare né di prendere in noleggio il modem fornito dal tuo provider.

Come scegliere un modem libero per la tua fornitura internet

Il seguente elenco rimanda alle pagine ufficiali dei fornitori, nelle quali sono contenute tutte le informazioni necessarie per scegliere un modem idoneo alle specifiche tecniche della tua fornitura:

Ti potrebbe piacere anche

Switcho